Zenzero: la spezia dalle 1000 e una proprietà


Lo zenzero è una spezia appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae molto utilizzata in Cina, in India e in Arabia, ma sempre più diffusa in Occidente.
La parola “zenzero” deriva dall’arabo “zind-schabil” che vuol dire “radice”, mentre il suo nome scientifico è Zingiber officinale.
La parte medicinale dello zenzero si chiama “rizoma”, ha un sapore leggermente piccante, un aroma intenso e un colore tendente al beige. Era già conosciuto ai tempi dell’Antica Roma dove veniva normalmente usato dai Romani e oggi se ne conoscono 3 varietà diverse: bianca, gialla e rossa.

Si può trovare sotto differenti forme: crudo, essiccato, in polvere, grattugiato, in compresse, tritato, come infuso, come frullato, come succo.

E’ un alimento ricchissimo di sostanze benefiche: vitamine B – C – K e J, sali minerali, oli essenziali, amminoacidi, antiossidanti, e contiene zingerone, gingerina, resine e mucillagini.

Le proprietà dello zenzero sono tantissime:
– fa bene all’apparato digerente: mangiarlo dopo i pasti stimola gli enzimi per la digestione, previene e riduce i gas intestinali, riequilibra la flora batterica, aiuta in caso di diarrea o  stitichezza, è utile in caso di formazioni di ulcere e di gastriti provocate da helicobacter
– è antibatterico, antidolorifico, antinfiammatorio: è efficace contro raffreddore, mal di gola, influenza, stati febbrili e sinusite, calma la tosse, elimina il muco e aiuta il nostro sistema immunitario
– è molto consigliato in caso di artrite
– ha effetto antiemetico: agisce contro nausea e vomito sia da cinetosi che nei primi mesi di gravidanza
– è antiossidante: combatte i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare
– è analgesico: allevia il mal di testa e il mal di denti
– ha capacità antispasmodiche in caso di dolori muscolari e mal di stomaco
– migliora il flusso sanguigno e riduce i livelli di stress e depressione
– dona energie in caso di affaticamento
– è considerato un alimento afrodisiaco
– stimola la sudorazione permettendo così un abbassamento della temperatura corporea
– era usato in antichità perché aiuta anche a rinfrescare l’alito.

Nonostante tutte queste qualità, è necessario non abusarne per non rischiare di ottenere effetti collaterali o indesiderati: si consiglia infatti una dose dai 10 ai 20 grammi al giorno e in alcuni casi è bene consultare il proprio medico. In generale comunque lo zenzero è un prodotto del tutto naturale e sicuro.
Per la conservazione si suggerisce di mettere la radice fresca in un sacchetto di carta per uso alimentare in frigorifero, e quello in polvere o secco in un luogo buio e asciutto.

Le ricette da preparare con lo zenzero sono tantissime e buonissime, non rimane che sperimentarle per unire, come sempre, salute e gusto!