Vivere una vacanza indimenticabile nel Salento


Il Salento è una delle zone d’Italia con il maggiore afflusso di turisti in tutti i mesi dell’anno, attratti dal clima, dalle bellezze paesaggistiche ed architettoniche ed anche dal buon cibo. Ecco i posti in cui vivere una vacanza indimenticabile.

 

Lecce, un gioiello del barocco

Lecce è la vera e propria “capitale” del Salento, e si caratterizza per lo stile barocco che la pervade, con le sue costruzioni in pietra e dalle decorazioni sgargianti. L’arte barocca a Lecce risale al 1600, sotto la dominazione spagnola, ed ha trovato grande splendore nei colori della “”pietra leccese””, una varietà di calcare tenero, molto adatto ad essere lavorato con lo scalpello. Testimonianze del barocco leccese sono la Basilica di Santa Croce, Palazzo Adorno, ed altre chiese come quelle di Santa Maria di Costantinopoli e Santa Maria della Provvidenza. Da non dimenticare nemmeno l’anfiteatro romano, che risale al II° secolo d.C. e che poteva ospitare sulle sue gradinate circa 20mila spettatori, ed il Castello di Re Carlo V, con i suoi torrioni. In Piazza Duomo si trova l’omonima chiesa, dedicata alla S.S. Maria Assunta, che fu ricostruita nel 1659 nel luogo dove sorgeva quella costruita cinque secoli prima, nel 1144 e poi ristrutturata nel 1230. Al suo fianco anche il campanile, con i suoi cinque piani. Il Duomo ha tre navate, e quella centrale ha un soffitto in legno con incastonate opere di Giuseppe da Brindisi. L’interno, che presenta 12 altari, è decorato con stucchi e tele di pregevole fattura.

 

Ostuni, la “città bianca”

Ostuni deve il suo soprannome alle case del suo centro storico, ricoperte di calce bianca, che le danno una luminosità accecante. Circondata dalle mura aragonesi, Ostuni presenta monumenti di grande pregio ed interesse come la Cattedrale, ubicata nella parte più alta della cittadina e risalente al XVesimo secolo. Edificata in stile gotico, la Cattedrale presenta sulla facciata un rosone che è tra i più grandi al mondo. Altre chiese sono quella di San Francesco in stile rococò settecentesco, San Giacomo in Compostella e San Vito Martire. Oltre a questi il Palazzo Vescovile, il convento delle benedettine e diversi siti archeologici, tra i quali il dolmen di Montalbano e masserie sparse per la campagna circostante.

 

Le spiagge del Salento

Chi cerca il mare nel Salento non ha che l’imbarazzo della scelta. Sia la costa ionica che quella adriatica propondo molteplici spiagge, tutte da visitare per godere dell’acqua cristallina che le bagna. La costa del Salento non presneta solamente spiagge, ma anche dei tratti rocciosi, e calette da sogno, raggiungibili soltanto via mare. Sulla costa ionica si segnalano Porto Cesareo, Gallipoli, Torre dell’Ovo, Punta Prosciutto, Torre Lapillo, Torre Mozza, Marina di Pescoluse e tante altre, ognuna con le sue caratteristiche peculiari, che vanno dalle spiagge lunghe e sabbiose a quelle più piccole e selvagge. Sulla costa adriatica si segnalano Santa Maria di Leuca, Tricase, Pescoluse, Punta Palascia, Baia dei Turchi, San Foca e Torre Testa. Immergersi nel mare del Salento o fare qualsiasi altra attività sportiva come snorkeling, vela, windsurf ed altro, rende una vacanza veramente indimenticabile.