Vito Gamberale: la storia di un manager indipendente

Classe 1944, Vito Gamberale è un top manager italiano che ha preso nella sua carriera diverse decisioni nette e indipendenti, capaci di anticipare i tempi: tra gli esempi più significativi, il ruolo da protagonista nella nascita di TIM e F2i.


Vito Gamberale
Vito Gamberale

Vito Gamberale: le scelte di un manager indipendente

Non sono molti i manager italiani di alto profilo capaci di distinguersi al di là delle società di cui si sono occupati. Vito Gamberale, una carriera ai vertici di grandi realtà italiane e internazionali, è sicuramente uno di questi. L’attuale Presidente di Iterchimica si è sempre distinto come uno dei top manager italiani in grado di prendere decisioni nette e controcorrente, dimostrando grande indipendenza nelle proprie scelte manageriali. Ancor prima di aver contribuito, nel 2007, alla nascita del più grande fondo infrastrutturale italiano (F2i – Fondi italiani per le infrastrutture), il top manager aveva già dimostrato la sua grande capacità manageriale contribuendo alla nascita e alla crescita esponenziale di TIM e al lancio della telefonia mobile in Italia e nel mondo, negli anni ’90. Sotto la sua guida, la società si è affermata a livello internazionale come benchmark nel settore della telefonia mobile. Vito Gamberale è successivamente arrivato alla guida di Autostrade, che ha contribuito a far crescere oltre confine come una vera e propria multinazionale: ha deciso in seguito di dare le dimissioni, opponendosi duramente a un tentativo di fusione con la spagnola Albertis e trovandosi quindi in disaccordo con il Consiglio di Amministrazione e l’azionariato della società.

 

La formazione e la carriera di Vito Gamberale

Attualmente Presidente di Iterchimica, azienda leader in Italia attiva in 90 Paesi nel settore degli additivi per asfalti, Vito Gamberale è un manager italiano dalla comprovata esperienza. Classe 1944, è laureato in Ingegneria Meccanica presso l’Università La Sapienza di Roma. Dopo una lunga e fruttuosa carriera manageriale, nel 2007 ha ricevuto il conferimento di una laurea honoris causa in Ingegneria delle telecomunicazioni dall’Università Tor Vergata. Nello stesso anno, ha contribuito alla fondazione di F2i, assumendo fino al 2014 l’incarico di Amministratore Delegato di F2i – Fondi italiani per le infrastrutture SGR. Sotto la sua gestione, F2i è divenuto in breve tempo il maggiore fondo infrastrutturale a livello nazionale ed uno dei principali a livello mondiale, con importanti partecipazioni nei settori aeroportuale, autostradale, della distribuzione di gas e dei servizi idrici, delle reti tlc, degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e delle infrastrutture sociali. In precedenza, Gamberale è stato, tra le altre cose, Amministratore Delegato di diverse aziende del Gruppo Eni, Amministratore Delegato di Autostrade, Vice Presidente di 21 Investimenti e Amministratore Delegato di SIP e, successivamente, primo Amministratore Delegato di TIM – Telecom Italia Mobile, società che egli stesso ha contribuito a fondare, guidandola nell’affermazione quale leader mondiale nel settore della telefonia mobile.