Unità interna condizionatore: tipologie e differenze

La scelta del miglior impianto di climatizzazione passa anche dall’individuazione del numero ideale e della tipologia corretta delle unità interne, in maniera tale che siano il più possibile adatte alle nostre esigenze. In commercio troviamo varie soluzioni: a parete, canalizzate da incasso, a soffitto o a pavimento. Vediamo in cosa si differenziano e come scegliere quella che meglio si adatta alla nostra situazione.


Unità interna condizionatore: tipologie e differenze
Unità interna condizionatore: tipologie e differenze

Da cosa è formato un condizionatore?

Prima di acquistare un sistema di refrigerazione domestico è importante conoscere i suoi componenti tecnici. Un condizionatore si compone tendenzialmente di due parti:

  • Unità esterna – Collocata fuori dall’abitazione, contiene il compressore, ovvero il motore del circuito frigorifero. Se si abita in condominio occorre porre particolare attenzione alla scelta della posizione in cui installarla, onde evitare di recare disturbo agli altri condomini e non alterare l’estetica dell’edificio.
  • Unità interna – Può essere una o anche più, a seconda delle zone che si interessa rinfrescare. Collegate dall’unità esterna tramite due tubazioni in rame con isolamento termico, hanno il compito di raffrescare l’aria negli ambienti in cui sono collocate: possono essere installate a pavimento, a soffitto, a parete o a contro-soffitto.

Come detto, con una sola unità esterna puoi alimentare più unità interne, anche diverse. Puoi scegliere di installare un’unità interna a parete (elegante e moderna) in soggiorno per climatizzare la zona giorno, mentre nel reparto notte puoi optare per una soluzione invisibile come le unità interne canalizzate, da posizionare nel contro-soffitto. Vediamo quali sono le tipologie di unità interne:

  • Unità interna a pareteLa soluzione a parete è la più diffusa, pensata per rispondere alle principali esigenze funzionali e di comfort. La sua installazione è semplice e rapida.
  • Unità interna a cassetta a 4 vie – Per una distribuzione ottimale dell’aria in stanze di grandi dimensioni (open space, uffici) e per una soluzione compatta da applicare a vista sul soffitto o nascondere in un contro-soffitto, occorre orientarsi sulle unità a cassetta a 4 vie.
  • Unità interna canalizzata – La soluzione canalizzata è l’ideale qualora si voglia realizzare una climatizzazione “invisibile”. Perfetta per le nuove abitazioni, viene spesso utilizzate in strutture ricettive come hotel e B&B.
  • Unità interna a soffitto e pavimento – Si tratta di una soluzione estremamente versatile, in quanto consente il montaggio dell’unità interna al soffitto o a filo pavimento. Consente di avere aria fresca ad altezza uomo, andando a sfruttare spazi inutilizzati come le zone sotto le finestre.