Turismo e alberghi a Parma: le ultime statistiche


Alcune settimane fa sono stati diffusi i dati relativi al turismo a Parma e provincia nel 2015. Le elaborazioni, a cura della Provincia di Parma, parlano di una crescita del +10,7 degli arrivi rispetto al 2014, che l’anno scorso hanno toccato quota 687.490, mentre per quanto riguarda le presenze complessive l’aumento su base annua si è attestato al +3,9% per un totale di ben 1.675.342.

Era dal 2008, anno dopo cui ha imperversato la crisi economica, che non si registravano valori così alti. Mentre i visitatori italiani sono rimasti sostanzialmente stabili sui numeri dell’anno precedente, particolarmente positivo è stato l’afflusso di turisti stranieri, che nel 2015 hanno segnato 518.168 presenze (+14,8%) ma che sono restati meno a lungo nel territorio parmense. La loro permanenza media è infatti passata da 2,6 a 2,4 notti a persona, il che contraddistingue una fruizione turistica sempre più nell’ottica del “mordi e fuggi”.

Reggia di Colorno vista dall'alto
I luoghi più gettonati in assoluto dai turisti sono, naturalmente, il capoluogo che nel giro di 12 mesi ha segnato un aumento delle presenze di oltre il 7%; buona anche la fruizione delle cosiddette “città d’arte” della provincia (come ad esempio Fidenza, Zibello, Busseto, Fontanellato o Roccabianca), con il +4,2% annuo, mentre è stata evidenziata una leggera ma significativa crescita anche delle destinazioni termali (Salsomaggiore, Monticelli…) pari al 2,5%.

Anche il comparto ricettivo parmense ha sorriso nel 2015. Rispetto all’anno precedente, gli arrivi negli hotel sono infatti cresciuti del +12,4% mentre le presenze hanno registrato un buon +6,2%. A proposito di alberghi a Parma, sul sito web Dormire A Parma sono elencate strutture per tutte le esigenze, sia in città che in provincia.