I trulli ad Alberobello

A proposito di Alberobello

Alberobello, nella regione della Puglia nel sud Italia, è una destinazione strana e pittoresca che sta diventando un’importante appuntamento negli itinerari di viaggio dei tour operator e dei viaggiatori indipendenti. La cittadina è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità per i suoi insoliti quartieri richi di trulli, che sono antiche caratteristiche case coniche dai tetti imbiancati della zona. È una destinazione interessante per gite di un giorno o una base piacevole per alcuni giorni, soprattutto se si soggiorna in un trullo.


I trulli ad Alberobello
I trulli ad Alberobello

Cos’è un trullo?

Un trullo è una piccola dimora costruita in pietra calcarea locale, con muri in pietra a secco e un caratteristico tetto conico. È un tipo di struttura tradizionale e semplice che vedete spesso sparsa in questa parte della Puglia, a volte nella sua forma più elementare usata come una specie di capanno tra gli uliveti. Il feudatario locale, il conte Acquaviva, mise qui i suoi contadini per bonificare i boschi e coltivare la terra. Per divincolarsi da leggi e tasse, era importante che Alberobello non si classificasse come un insediamento abitato. Così, fino al 1797, quando ad Alberobello fu dato lo status di “città”, la gente viveva nei trulli, che potevano essere smantellati in fretta quando necessario per non pagare esosi balzelli che non si potevano permettere.

Gli edifici

Gli edifici sono generalmente quadrati e hanno muri in pietra molto spessi, costruiti senza malta. Lo spessore rafforza la struttura e aiuta anche a regolare la temperatura interna. Il tetto è in realtà una cupola, come si può vedere quando si entra in uno degli edifici, ma è quasi invariabilmente costruito in cima in una forma a cono, sormontato da una guglia. C’è generalmente una stanza centrale, con spazi abitativi aggiuntivi in ​​nicchie ad arco. I trulli residenziali sono elegantemente imbiancati, e i loro tetti sono spesso decorati con fantasiosi simboli dipinti che dovrebbero avere un significato religioso o superstizioso. La fantasia della decorazione della guglia era una sorta di status symbol: mostrava l’abilità dei costruttori e quindi il potere di spesa dei proprietari. Spesso le case sono costituite da più di un tetto a trullo: sono più simili a complessi di trulli coronati da numerose cime a cono.