Trovare i giusti alleati per la pulizia del marmo


Quando ci si dedica alle pulizie domestiche ci si può trovare davanti allo scoglio insormontabile di superfici che hanno una certa difficoltà nella pulizia, come ad esempio il marmo che, se non trattato con i giusti prodotti corre il rischio di essere rovinato irreparabilmente. 

Il marmo è un materiale naturale molto utilizzato nelle case, negli uffici e negli ingressi dei condomini per creare i pavimenti, i bagni, per i rivestimenti o per i lavabi, ma anche per i piani di lavoro. Per queste sue qualità, Per mantenerlo pulito e lucido ed esaltarne la qualità e la bellezza, seguiamo i consigli di un’impresa di pulizie Roma, La Lucciola, esperta nel trattamento di questo materiale.  

Le sostanze che macchiano il marmo

I metodi per smacchiare il marmo sono tanti ma bisogna prestare attenzione all’aggressività dei prodotti che si usano in quanto il marmo è un materiale poroso e assorbe le sostanze grasse, quelle oleose o coloranti che rischiano di macchiarlo. Anche l’acqua e le sostanze abrasive hanno l’effetto di rendere il marmo opaco, che, invece, è famoso per la sua lucentezza.

Soprattutto, se possedete un piano da lavoro in cucina, sono molte le sostanze che possono macchiarlo, come ad esempio vino, caffè, curcuma, curry, salsa di pomodoro e sostanze a base di zucchero. Negli altri ambienti della casa si deve fare attenzione all’acqua lasciata evaporare, specialmente se molto calcarea, all’eccesso di detersivo o di lucidante.

Come pulire al meglio il marmo

Quindi, se avete sporcato il vostro piano ma il marmo ancora non ha assorbito la sostanza, basterà pulirlo con un panno bagnato con acqua calda senza sfregare per evitare di procurare graffi e asciugare per evitare il ristagno del calcare.

Se, invece, il marmo, si è macchiato un prezioso alleato è rappresentato dall’acqua ossigenata che ha un grandissimo potere smacchiante e sbiancante. Un’altra soluzione per la pulizia del marmo, è rappresentata dal bicarbonato di sodio. Se si prepara una miscela di bicarbonato con poca acqua si può usare l’azione abrasiva di questa pastella per rimuovere lo sporco e lucidare il piano.

Se con questi metodi le macchie non sono andate vie si deve ricorrere all’uso di un detergente come ad esempio il sapone di marsiglia con una spugnetta. Per un’azione pulente ancora più efficace si può combinare l’uso del bicarbonato a quello del sapone di marsiglia.

Infine, se la macchia è troppo persistente, l’ultima spiaggia è quella di procurarsi un detergente specifico per il marmo che non sia acido e che si può diluire per non rischiare di rovinare pesantemente il marmo.