Trasporto green e colonnine per auto elettriche in Italia

L’innovazione nel settore dei trasporti diventa sempre più green grazie alla diffusione sul mercato delle auto elettriche. I nuovi veicoli elettrici sono macchine a propulsione elettrica dotate di batterie ricaricabili, che immagazzinano energia pulita quando sono collegate a colonnine per auto elettriche. Obiettivo delle auto elettriche è ridurre la dipendenza dal petrolio e l’inquinamento che ne è derivato dall’utilizzo efferato dei veicoli a combustione fossile. Inoltre, i bassi consumi e le alte prestazioni delle nuove batterie ricaricabili di ultima generazione fanno delle auto elettriche una delle scelte principali per il futuro trasporto urbano.


Trasporto green e colonnine per auto elettriche in Italia
Trasporto green e colonnine per auto elettriche in Italia

L’eccellenza del green è anche italiana

Sono molte le aziende che oggi stanno investendo sulla progettazione e costruzione di auto elettriche di nuova generazione e sulla realizzazione e diffusione sul territorio di colonnine di ricarica elettrica. L’offerta di auto elettriche e ibride sta crescendo in maniera esponenziale in Europa e in Italia. E’ stata registrata, nel 2017, una crescita di oltre il 40% dell’immatricolazione delle auto green in Italia rispetto ai dati del 2016. L’Italia, insieme alla Norvegia e alla Svezia, è la nazione con il mercato automobilistico ad alimentazione alternativa più fiorente in Europa. Un’auto ecologica su quattro, immatricolata in Europa, viene prodotta in Italia. Ciò permette di capire quanto l’Italia sia particolarmente legata alle sfide per la mobilità sostenibile, investendo su soluzioni innovative e sulla ricerca di un sempre più basso impatto ambientale delle automobili e del trasporto in generale.

Il problema delle colonnine per auto elettriche in Italia

E’ pur vero che, affinché il sistema automobilistico ecofriendly sia accessibile a tutti e fruibile nel migliore dei modi, c’è ancora molta strada da percorrere. La diffusione sul territorio delle stazioni di ricarica elettriche è, infatti, ancora insufficiente a garantire la completa autonomia delle auto elettriche nei luoghi lontani dai centri più urbanizzati. Il ritardo infrastrutturale italiano è connesso ad una mobilitazione politica lenta rispetto alle politiche europee e all’attrito riscontrato nell’accettare le nuove proposte alternative di alimentazione nei territori meno urbanizzati. L’Italia conta, in effetti, una percentuale bassa di popolazione urbana rispetto alle altre nazioni europee, registrando una maggiore difficoltà a garantire il servizio nelle aree rurali più lontane dai punti di ricarica principali. Ciò che aprirà definitivamente il varco alla diffusione delle auto elettriche sarà solo una politica di espansione delle reti infrastrutturali che ospiteranno i punti di ricarica distribuiti adeguatamente sul tutto il territorio italiano. Insieme alla diffusione delle colonnine di ricarica elettrica, un altro contributo può arrivare dalle energie rinnovabili: investire sulle energie da fonte rinnovabile è il modo migliore per abbattere le emissioni di CO2, produrre energia elettrica in modo sostenibile e agire compatibilmente con la diffusione sul mercato di auto elettriche e di stazioni di ricarica elettrica.

Come cambierà l’Italia con le auto elettriche?

Le auto elettriche rappresentano la soluzione più conveniente per abbattere l’inquinamento ambientale, generato dai veicoli su strada, in particolare le emissioni di CO2. Analisi condotte in Italia da diverse agenzie nazionali ed europee stimano che la percentuale di anidride carbonica prodotta dai trasporti urbani pesa dell’80% sul totale emesso. Tale valore è il più elevato in Europa. Incentivare le politiche di sostenibilità ambientale, con l’elaborazione di un piano infrastrutturale che garantisca la ricaricabilità elettrica dei nuovi veicoli su tutto il territorio è la soluzione ideale per risolvere finalmente il problema dello smog e dell’inquinamento urbano in Italia

Lascia un commento