Torneo di golf nelle buche stradali con Augusto De Luca

Operazione di Augusto De Luca per denunciare una situazione di degrado nella sua città, Napoli.

Torneo di golf nelle buche stradali con Augusto De Luca

Una partita di golf nelle buche stradali . Campo migliore di Napoli non c’è. Per questo motivo Augusto De Luca ha deciso di radunare un gran numero di napoletani in piazza del Plebiscito. Lo scopo? Trasformare l’emiciclo in un vasto green. L’idea provocatoria è stata rilanciata sulla scorta di un precedente filmato diffuso su you tube in cui Augusto De Luca gioca a golf : impugna il ferro, colpisce la pallina e la spedisce in una delle voragini che tempestano le strade cittadine, su ognuno delle quali è piazzata una bandierina; il “campo”, naturalmente, è la carreggiata. La pubblicità virale dell’evento è stata lanciata con diversi messaggi partiti da più account di Facebook. Il messaggio ha raggiunto più di 10.000 persone e la risposta in rete è stata eccezionale e ha suscitato molta curiosità. De Luca ha ricevuto perfino richieste di esportare l’iniziativa in altre città.

Torneo di golf nelle buche stradali con Augusto De Luca

Questa è una denuncia sotto forma di provocazione. Si gioca, non per divertirsi ma per ricordare e denunciare, con molto entusiasmo, molta curiosità e la sensazione di partecipare ad una provocazione, nel solco della street art, De Luca e alcuni collaboratori hanno montato, al centro di questa monumentale piazza, un quadrato con bandierine e start. Hanno giocato adulti, bambini e anziani mentre De Luca video riprendeva tutto. L’atmosfera era allegra e divertente, tutti erano d’ accordo sulla giusta motivazione di questa inusuale performance. De Luca prima di andare via ha detto: “sono sicuro che gli automobilisti, ad ogni buca si ricorderanno della mia provocazione”.

Torneo di golf nelle buche stradali con Augusto De Luca

PROVOCAZIONE – DENUNCIA

“Sulla scia del mio video: “Partita a golf di Augusto De Luca (passatempo di un artista a Napoli)” video presente su YouTube, ho deciso di amplificare l’operazione, coinvolgendo molti napoletani con due messaggi uguali partiti da due account diversi di Facebook. Ho invitato più persone a partecipare ad una surreale partita di golf in Piazza del Plebiscito.Parteciperanno o no, resterà comunque la mia denuncia di un degrado senza precedenti, rintracciabile (forse) in qualche regione abbandonata del centro Africa. Gli incidenti, le auto e le moto distrutte, le otto vittime, causate dalle buche stradali, l’immagine complessiva di una città GROVIERA, rendono Napoli impraticabile per chi ci vive e per chi vorrebbe visitarla. Una PROVOCAZIONE dunque la mia, una provocazione ironica che serve a far pensare. L’ironia arriva prima e non è violenta… Ai posteri l’ardua sentenza. Si gioca quindi, non per distrarsi, ma per ricordare e denunciare; poi… Sarà tutto o niente da vedere, come in un WORK IN PROGRESS che si rispetti ” Augusto De Luca