Il team Cal Poly in vantaggio alla Shell EcoMarathon grazie alla stampa 3D

Ogni anno Shell Oil Company sponsorizza la competizione Shell EcoMarathon, una gara a basso consumo di carburante in cui una trentina di squadre si sfidano per costruire un veicolo che utilizza la minor quantità di gas per percorrere una distanza specifica. La competizione Shell EcoMarathon offre agli studenti di ingegneria e tecnologia un impegnativo progetto che prevede lo sviluppo e la costruzione di un veicolo per una persona, progettato per un consumo di carburante ottimale.

L’Università Politecnica Statale della California, ha premiato lo scorso anno un club di Supermileage composto da studenti di design e ingegneria che frequenta l’università. Per la competizione 2017, la squadra sviluppato un veicolo che ha raggiunto oltre 1.500 miglia a gallone, e nel 2018 l’obiettivo principale del team Cal Poly è migliorare la progettazione, mantenendo l’intelaiatura dalle precedenti generazioni di test e competizione.


Il team Cal Poly in vantaggio alla Shell EcoMarathon grazie alla stampa 3D
Il team Cal Poly in vantaggio alla Shell EcoMarathon grazie alla stampa 3D

“Essenzialmente quello che facciamo è un po’ come fa Apple con l’iPhone 6 rispetto all’iPhone 6S, dove è fondamentalmente lo stesso telaio del modello, ma l’interno di esso viene rimodellato per renderlo più veloce ed efficiente. Così funziona Supermileage, perché creare un telaio è estremamente costoso, c’è molta analisi e materiale e naturalmente un sacco di ore lavorative.” Weston Andrew Cramer, membro del team dal terzo anno ha aggiunto: “Così, l’anno scorso, abbiamo preso il telaio e l’abbiamo ridisegnato per assorbire più shock e coercizione in generale. Quindi, abbiamo dato un’occhiata agli interni e aggiornato il look e alcuni degli elementi di sicurezza. Fondamentalmente ogni parte all’interno dell’auto è stata rinnovata.

Due delle principali modifiche al design degli interni del veicolo che hanno avuto un impatto importante sulla costruzione e sulla sicurezza sono state la decisione di portare il meccanismo di frenata dal volante a un freno a pedale, e la stampa 3D del volante nel Materiale Ultem. Il team ha sfruttato la prototipazione rapida per valutare i vantaggi dei materiali FDM. “Con la stampa di tipo FDM siamo riusciti a realizzare un materiale isotropico più dettagliato”, ha affermato Eli Rogers, che professionalmente nella stampa 3D sin dopo la laurea. Per saperne di più sulla stampa 3D vi suggeriamo di contattare Overmach Spa, azienda specializzata in macchine utensili e nella prototipazione rapida a Parma e in tutta Italia.