Team Building Aziendale: il Clima Lavorativo Ideale


Il team building è nato per migliorare le performance di un gruppo attraverso una tecnica che prevede una serie di attività come la team experience e il team game, allo scopo di potenziare al massimo la produttività dei dipendenti. Negli anni Sessanta del secolo scorso, due psicologi sociali in particolare (Lewin e Tuckman), hanno iniziato a intuire l’importanza del senso di appartenenza e condivisione di valori in un gruppo con conseguenze sulle performance lavorative. Attività come Storming, Norming, Performing, Forming e Adjouring sono state introdotte proprio da queste due figure essenziali nella nascita del team building.

Team Building: Perché Praticarlo

Il motivo centrale che spinge un datore di lavoro a investire sul team building è il desiderio di aumentare notevolmente il rendimento del suo gruppo di dipendenti. Dopo tanti anni di operatività di questa pratica, le tecniche sono state affinate per garantire dei buoni risultati; per questo motivo è consigliato a chiunque comprenda l’importanza di un investimento di denaro che frutterà sul rendimento della propria azienda migliaia di volte in più rispetto alla quota stimata per la consulenza. È bene praticare il link building per migliorare l’interazione e la comunicazione di un gruppo di lavoro sotto diversi aspetti:

  • Favorisce la condivisione e il senso di appartenenza;
  • Stimola la comparsa di un metodo di lavoro efficace ed efficiente;
  • Consente lo sviluppo di un clima lavorativo ideale, con ripercussioni sui comportamenti dei singoli soggetti di un gruppo, tra cui il leader che presterà maggiore ascolto e attenzione alle necessità del nucleo lavorativo;
  • Generalmente, dopo la pratica del link building aziendale, il team tenderà ad aumentare l’engagement e aprirsi a nuove sfide lavorative con l’obiettivo di alzare le aspettative di performance.

Esempi di Team Building Aziendale

Il team building si può praticare sotto forma di un’infinità di attività di gruppo, seguite da uno specialista; si può praticare indoor, come nel caso delle simulazioni di ruoli, e outdoor per la maggior parte dei casi e generalmente i più divertenti. Vediamo quindi alcuni esempi di team building aziendale:

  • Outdoor and adventure: le attività più adrenaliniche e atte alla pianificazione di un metodo per superare degli ostacoli. Sotto questa categoria troviamo l’orienteering, il rescue jet, il lasertag o paintball e così via.
  • Cooking team building: a partire dalla condivisione di ciò che lega di più le persone, il cibo, serve per aggregare e stimolare il reciproco aiuto. Può essere una semplice cena accompagnata da un somelier che spiega nozioni sul vino, piuttosto che una challenge in cui il gruppo, prima di cucinare, deve trovare il modo per ricavare il budget con cui comprerà il cibo.
  • Volontariato di impresa: serve per stimolare i valori solidali, tra cui la sostenibilità e la sensibilità.