Nuovi successi per l’attrice Clarissa Leone


L’amatissima attrice abruzzese Clarissa Leone torna a far parlare di sé. Ne ha fatta molta di strada da quando, ragazzina, partecipò ai primi concorsi di bellezza e alle prime sfilate. Dopo anni di studi e un percorso professionale ricco di riconoscimenti, sono ancora numerosi i suoi progetti per il futuro. Intanto, la vedremo presto in tv con l’arrivo delle nuove puntate di “A Tambur Battente Show”,  trasmissione di dialogo, intrattenimento e approfondimento condotta da Daniele Perini con la regia di Francesco Dardari. Clarissa Leone sarà ospite al fianco di personaggi di spicco come Dan Peterson, Ugo Conti e Memo Remigi. Il programma andrà in onda settimanalmente, a partire da venerdì 20 ottobre, su piattaforma satellitare, web tv e canali digitali terrestri, complessivamente su oltre un centinaio di emittenti in Italia e, per gli italiani all’estero, anche in Canada, Australia, Stati Uniti, Argentina e molti Paesi europei.


Clarissa Leone


Ma non solo. Clarissa Leone, dopo aver lavorato con un cast internazionale per le riprese di un nuovo spot televisivo con la regia di John De Vries che vanta la fotografia di Lucio Cremonese , nell’ ultimo periodo, è stata impegnata come attrice anche ne “La buona terra”. Si tratta di un cortometraggio scritto e sceneggiato da

 

Viviana Bazzani, diretto da Davide Desiderio e finalista all’Edinburgh Indie Film Festival, rassegna di cinema indipendente che si svolge nella città scozzese che ha selezionato il film tra circa ventimila opere pervenute da ogni angolo del mondo. La pellicola, che tra l’altro ha avuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, è stata interamente girata in Abruzzo e narra la storia di un bambino di dieci anni e della sua famiglia nel periodo successivo al tragico terremoto a L’ Aquila. Il protagonista, di cui Clarissa Leone interpreta il ruolo di madre nel film, confrontandosi con gli adulti, inizia a sospettare che i crolli siano in qualche modo riconducibili alla negligenza ed alla corruzione degli uomini, condizionando così il futuro dei bambini. Il film si apre con la favola animata di grande interesse sociale I fratelli Terrè e Moto scritta dalla stessa Bazzani il giorno successivo al sisma che lo scorso anno ha duramente colpito Amatrice e alcune località nelle Marche.

<<è la prima volta che un cortometraggio girato in Abruzzo con attori e staff di questa regione, è in finale a un festival internazionale – ha dichiarato Clarissa Leone – quindi sono molto soddisfatta che questa pellicola stia avendo il successo che realmente merita, sia per l’impegno profuso da tutti per la sua realizzazione sia per l’importanza della tematica affrontata>>.

Negli ultimi mesi, inoltre, Clarissa Leone è stata impegnata in diversi eventi di moda in tutta Italia, come il Gala della Moda di Alba Adriatica e il Models Runway Italy a Salerno. Un cammino verso il successo iniziato con l’esordio in tv a soli 17 anni con un noto spot per le reti Mediaset, poi un ruolo frizzante nella sit com “E stai a guardà il capello” con Virginia Raffaele, la partecipazione al video musicale “Prima di partire per un lungo viaggio” di Irene Grandi scritta da Vasco Rossi. Dopo diverse esperienze teatrali e cinematografiche partecipa a numerosi lungometraggi e cortometraggi come “Tre” di Irene Maffei dove interpreta tutti e tre i ruoli da protagonista e sbarca a Los Angeles con apprezzamenti dalla critica e premi vinti nei numerosi concorsi internazionali (Best International Women Interest, New York Independent Film and Video Festival 2007; Best Thriller-noir, Il corto.. in genere 2006, Castel San Pietro Terme, Bologna, Italy; Nominations: Finalist, TV competition La 25a ora 2006, broadcasted by the Italian TV channel La7; Finalist, “Mitreo International Film Festival” 2006, Italy. Official selections: Los Angeles International Short Film Festival 2006, USA, Italy 2006: Akab Short Movie Festival, Rome; Murgia Film Festival; Euganeamoviemovement; DAMS Film Festival Cuneo; Cinemadamare. 2006 Director – music video Save me, music band Eldritch, edit by Limb Mus).

Partecipa  nel ruolo di Giò nell’opera prima dei fratelli di Felice “Non lo so” riscuotendo un buon successo, mentre con “Troppo tempo per pensare” vince nel 2006 il premio come miglior attrice non protagonista al 10° Nettuno Film festival. Nello stesso anno inoltre è nel cast della celebre fiction Mediaset Distretto di polizia 6 nel ruolo di una criminale, Renata, collaboratrice dell’avvocato Grimaldi e del temuto Carrano.