Il sollevamento pesi contrasta l’invecchiamento del cervello


Sono molti gli studi che riescono a mettere in relazione l’attività fisica con il miglioramento delle funzioni del nostro organismo. Uno studio pubblicato sul Journal of the American Geriatrics Society ha suggerito che anche un’attività semplice come il sollevamento pesi può permettere alle persone anziane di mantenersi in salute.
A beneficiarne, in particolare, sarebbe soprattutto il cervello: questa particolare attività fisica secondo gli studiosi aiuterebbe a fermarne l’invecchiamento.

Lo studio è stato condotto dai ricercatori dell’Università di Sidney su un gruppo di persone di età compresa tra i 55 e gli 86 anni caratterizzati da deficit cognitivi. L’obiettivo era confermare i dati di una precedente ricerca secondo la quale praticare una leggera attività di sollevamento pesi per almeno due volte a settimana può riuscire a bloccare l’invecchiamento del cervello.

Nel corso dello studio i ricercatori hanno notato che gli anziani con una massa muscolare bassa non solo avevano difficoltà nei movimenti (camminavano lentamente e in modo incerto) ma erano caratterizzati anche da deficit cognitivi più gravi. Da quest’ultimo punto di vista manifestavano lesioni alla “materia bianca”, ovvero ai nervi che mettono in comunicazione tra di loro le diverse aree del cervello.

I partecipanti allo studio hanno svolto per circa 6 mesi un programma di sollevamento pesi condotto per due volte la settimana. Alla scadenza dei sei mesi i ricercatori hanno notato, oltre all’aumento della massa muscolare con tutti i benefici connessi a livello fisico, anche il miglioramento di alcune funzioni cognitive proprio come se questi due aspetti fossero in qualche modo collegati tra loro.

Alla luce dei risultati ottenuti questa semplice attività fisica è stata consigliata a tutti gli anziani.

Sei alla ricerca di assistenza per un anziano? La casa di riposo vicino Roma “Arca di Noè” è a tua disposizione!