Il Social Lending alla prova del nove: direzione Soisy

L’azienda italiana di p2p lending riscrive le regole del gioco

e si focalizza esclusivamente sul finanziamento di acquisti

 

MILANO, 2 NOVEMBRE 2017 – Dal 1° novembre 2017, il p2p lending italiano (prestiti tra privati online che permettono agli utenti di fare a meno dell’intermediazione bancaria) deve confrontarsi con un mercato diverso. Soisy, realtà operante nel settore dal 2016 che vanta una crescita del 20% al mese, ha compiuto un passo mai tentato prima in Italia orientando il suo intero business esclusivamente al finanziamento di acquisti su e-commerce, nei negozi e presso partner convenzionati e chiudendo il suo portale dedicato ai finanziamenti personali.


Social Lending prova del nove SoisyLa procedura per coloro che vogliono investire prestando soldi ad altre persone senza dover passare per il circuito delle banche è rimasta invariata; al contrario, per i richiedenti non è più possibile chiedere un prestito attraverso il portale online, ma è necessario passare attraverso l’acquisto di un bene o servizio presso un negozio (fisico o digitale) o un professionista partner di Soisy.

Una scelta di estrema specializzazione che segna una svolta nel panorama nazionale. La “direzione Soisy” (un business fondato esclusivamente su privati che finanziano i consumi di altri privati) apre un nuovo fronte e offre nuovi vantaggi per tutti gli utenti.

«Da quando abbiamo cominciato a finanziare gli acquisti su negozi partner – commenta Pietro Cesati, CEO e founder di Soisy – abbiamo visto che questi rappresentano quasi l’80% dei prestiti finanziati su Soisy. Il motivo è che la nostra tecnologia fa la differenza proprio in questo settore. Quello che cerca un cliente per finanziare l’acquisto di un bene o servizio è proprio ciò in cui siamo più forti: semplicità, velocità, convenienza economica. Così abbiamo deciso di assecondare il mercato portando maggior valore ai nostri utenti».

Il prestito diretto, infatti, ha esigenze e caratteristiche molto diverse da quello fatto tramite partner (per fare un esempio tra i tanti, si tratta di un settore maggiormente esposto a frodi e insolvenze); focalizzandosi esclusivamente sul settore del finanziamento per acquisti, Soisy ha l’opportunità di concentrare tutti gli investimenti per migliorare al massimo il servizio, offrendo ai richiedenti ciò che davvero cercano.

Anche per chi investe si tratta di una scelta che ha portato ottime novità: i prestiti tramite partner comportano rischi inferiori, perché i soldi vengono finanziati direttamente all’esercente, eliminando la possibilità che vengano usati per uno scopo diverso da quello dichiarato. E anche le frodi vengono scoraggiate perché non si ottiene denaro, ma beni di consumo o servizi.

Infine, la scelta di finanziare gli acquisti delle persone permette di gestire importi inferiori con il risultato di poter diversificare maggiormente il portafoglio di tutti gli investitori, diminuendo le ricadute di un eventuale prestito insolvente.

Si tratta di vantaggi testimoniati direttamente dai numeri: oggi oltre il 98% dei prestiti finanziati attraverso Soisy e provenienti dai partner paga regolarmente, mentre solo l’89% di quelli chiesti direttamente sul web fa altrettanto.

Anche per i partner i vantaggi non mancano: possono offrire il pagamento a rate attraverso un processo veloce e 100% online (1 minuto per un preventivo e 5 per l’esito, senza dover stampare o firmare documenti cartacei ma gestendo tutto con firma digitale con codice via sms), con nessuna spesa per entrare nel circuito Soisy e nessuna responsabilità in caso di insolvenze (si occupa Soisy dell’eventuale recupero crediti).

Non si tratta di un cambiamento repentino: già da diversi mesi Soisy ha iniziato a testare il mercato e a collaborare con piccoli negozi fisici ed e-commerce online, spesso ignorati dal mondo del credito tradizionale. A marzo è stata la prima realtà di p2p lending in Italia ad aver rilasciato le API per gli e-commerce, permettendo ai partner di integrare con facilità il processo di richiesta di un prestito sul loro sito grazie a un’avanzata tecnologia web; in questi giorni  il team Sviluppo di Soisy ha anche rilasciato i primi plugin per integrarsi in un click con le principali piattaforme e-commerce sul mercato (nopCommerce, Magento, PrestaShop, WooCommerce).

«Oggi i numeri sono molto chiari e il finanziamento degli acquisti è attualmente il settore che ci permette di offrire più vantaggi ai nostri utenti. Un passo deciso in questa direzione era inevitabile. Questo non significa che smetteremo di ascoltare il mercato: il bello di essere una startup è che bisogna essere pronti ad adattarsi al cambiamento, esplorando soluzioni nuove che portino valore ai propri utenti», conclude Cesati.


SOISY

Soisy è una piattaforma di prestiti tra privati autorizzata da Banca d’Italia e fondata a Milano nel gennaio 2015. Nata per permettere alle persone di prestarsi soldi direttamente e senza intermediazioni, da novembre 2017 Soisy si specializza nel finanziare acquisti rateali di beni e servizi, su e-commerce e in negozio.

Grazie alla tecnologia di Soisy, gli utenti possono ottenere condizioni più vantaggiose e beneficiare di tempistiche più rapide e processi più snelli.   

Soisy è nata dall’idea dei due fondatori Pietro Cesati e Andrea Sandro ed è operativa da aprile 2016 con una raccolta, ad oggi, di oltre 1 milione di euro.


Per maggiori informazioni:

www.soisy.it