Sicurezza sul lavoro: la figura dell’RSPP


La normativa sulla sicurezza sul lavoro prevede, all’interno delle diverse aziende, varie figure che possano essere punti di riferimento sia per la prevenzione e valutazione dei rischi connessi all’attività lavorativa e sia nel caso di emergenze, quali incendi, terremoti o fuoriuscita di sostanze pericolose. Tra le figure più importanti in tali casi e, in generale, per la sicurezza sul lavoro Roma o ovunque vi siano realtà lavorative vi è il Responsabile per il Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP).

Grazie al supporto di diverse società, che offrono consulenza e servizi nell’ambito della sicurezza sul lavoro, come la Us Group di Roma ad esempio, molte aziende hanno potuto adeguarsi alla normativa vigente e creare quindi queste fondamentali figure di riferimento. Cerchiamo adesso di chiarire meglio cos’è un RSPP, quali sono le sue funzioni o compiti e soprattutto come si acquisisce tale qualifica.

 

La figura dell’RSPP

Il Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione di una società è una persona che possegga requisiti e competenze relative ad eventuali rischi presenti sul luogo di lavoro e che sappia fronteggiare, gestire e coordinare il servizio e l’intero apparato di protezione e prevenzione dai rischi per la società in questione. E per apparato s’intende l’insieme di mezzi, sistemi e persone, interni o esterni alla stessa impresa.

Di questo compito può essere incaricato un soggetto interno all’azienda, come ad esempio un dipendente che possegga i requisiti richiesti, oppure esterno alla stessa o, altrimenti, anche il datore di lavoro medesimo. In quest’ultimo caso solo per particolari realtà aziendali, quali quelle artigiane o industriali con un numero di dipendenti non superiore a 30 unità, quelle ittiche fino a 20 lavoratori, quelle agricole o zootecniche non oltre 10 unità e quelle di altri settori fino a 200 dipendenti.

 

I compiti dell’RSPP

Una volta accertati i requisiti e le capacità richieste, nel caso di soggetto interno o esterno all’azienda, oppure effettuato un corso specifico con relativa attestazione (diversi ne vengono organizzati da enti o società specializzate del settore) nel caso del datore di lavoro, il Responsabile è chiamato a svolgere diversi compiti e ad avere un ruolo consultivo o propositivo in azienda.

Tra questi, si possono annoverare:

  • collaborazione, in coordinamento col datore di lavoro, nella rilevazione di rischi inerenti l’attività e presenti nei diversi ambienti lavorativi e delle relative misure di prevenzione e protezione, al fine di determinare la valutazione dei rischi aziendali;
  • promozione e presentazione di piani formativi e di programmi informativi per i dipendenti della società;
  • rilevazione dei diversi fattori di rischio, valutazione dei rischi stessi e conseguente elaborazione,