Sicurezza e grandi manifestazioni pubbliche: il successo de “La Sartiglia” 2018

Grazie ad un innovativo sistema di controllo accessi, l’ultima edizione della Sartiglia di Oristano si è svolta in totale sicurezza e senza problemi di ordine pubblico.

Con le nuove norme in ambito di sicurezza e antiterrorismo nate dopo i tragici fatti di Torino e Manchester, la vera sfida per gli organizzatori di eventi e manifestazioni di pubblico interesse è proprio quella di riuscire a coniugare gli obblighi normativi con le esigenze degli spettacoli dal vivo, il che si traduce in far divertire gli spettatori nella più totale sicurezza.


Sicurezza e grandi manifestazioni pubbliche: il successo de “La Sartiglia” 2018
Sicurezza e grandi manifestazioni pubbliche: il successo de “La Sartiglia” 2018

Un bell’esempio di come si possano fare le cose fatte bene è quello di “La Sartiglia”, la corsa alla stella più nota della Sardegna che si tiene ogni anno l’ultima domenica e l’ultimo martedì di Carnevale ad Oristano e che per la prima volta quest’anno ha dovuto fare i conti con i partecipanti a numero chiuso.

Per l’ultima edizione appena conclusa, gli organizzatori si sono infatti affidati a dei professionisti del settore per la gestione del controllo accessi e del monitoraggio in tempo reale degli spettatori, garantendo in questo modo che la capienza stabilita per legge non venisse mai superata, nemmeno nei momenti di maggiore afflusso, evitando così pericolosi sovraffollamenti che avrebbero potuto compromettere le condizioni di sicurezza e, allo stesso tempo, riducendo al minimo il disagio per i residenti e per la cittadinanza.

Il conteggio elettronico degli spettatori, affidato alla società certificata PGMR Italia di Milano, è stato realizzato con un nuovo sistema di controllo dei varchi sia in entrata che in uscita, attraverso la lettura di biglietti digitali provvisti di QR code, scansionati da lettori ottici di ultima generazione costantemente collegati al sistema di controllo accessi che ha permesso di gestire ingresso ed uscita di migliaia spettatori e residenti senza mai superare la capienza prevista.

<< Tutti gli 11 accessi al centro storico hanno avuto un regolare flusso di spettatori, senza eccessive code – ha dichiarato il responsabile del sistema informatico di Mailticket/PGMR Italia, Andrea Rizzo – abbiamo registrato un maggiore numero di passaggi nei varchi principali dove in alcuni momenti, effettivamente, si è allungato il tempo di ingresso nell’area dell’evento, ma grazie anche all’atteggiamento positivo tra partecipanti, addetti alla sicurezza e Forze dell’Ordine, il formarsi di code non è mai andato a discapito della sicurezza del pubblico e della fruizione della manifestazione, i due fattori per noi più importanti >>.

Ufficio Stampa PGMR Italia srl