Seo Milano, aumenta la competizione nel 2017


La competizione seo è in costante aumento, sempre più aziende cercano attraverso la search engine optimization (SEO) di catturare utenti, aumentare le conversioni (CRO).

Per fare questo è necessario presentare il proprio sito web nelle prima pagine dei motori di ricerca, ed è per questo anche le long tail keywords che di norma sono più appetibili si stanno sovra popolando di aziende e consulenti seo che mirano a raggiungere i vertici. La seo milano è molto molto competitiva, sia dal punto di vista dell’ottimizzazione onsite sia dal punto di vista della link building.

La seo onsite

La seo on site che negli anni passati veniva presa meno in considerazione è diventata essenziale per il posizionamento seo, ed è per questo che oltre alle analisi preliminari dove si individuano le keywords più redditizie per settore e target, si affiancano molte figure professionali di nuova generazione come il seo copy wirter, il cui ruolo è molto impegnativo. Pur mantenendo una comunicazione destinata agli utenti deve anche inserire nel contenuto alcune parole chiave rilevanti e descrivano al meglio l’argomento trattato. Tutto questo con strategia. Il quality score di un contenuto per la seo è un po’ come per la pubblicità a pagamento. Più è dettagliato ed in target più ha valenza agli occhi della search engine optimization.

A Milano in particolar modo si trovano molte agenzie seo che sfruttano la loro mole per produrre contenuti di qualità e quantità al fine di migliorare le performance del sito dal punto di vista seo.

Non sono da trascurare neanche i consulenti, che sono in grado di dettare le linee guida a società magari strutturate, che hanno poca conoscenza di come si indicizza un sito internet per ottenere utenti da ricerca organica qualificati.

Per migliorare la seo inoltre è importante non sovra ottimizzare ne il sito, ne la link building.

La link building

La link building deve essere naturale e deve avere come primo scopo quella di aumentare la popolarità di un sito. Questo lo si può fare attraverso il content marketing, attraendo link naturali, mediante digital pr cosi da migliorare la notorietà, o utilizzando qualche directory ben mantenuta e consultata per le ricerche.

In ogni caso la link building è una disciplina molto molto complessa ed impegnativa. Non basta scrivere e postare, ma ci vuole qualità, contenuto informativo, e pensato per il pubblico prima che per motori di ricerca, specialmente se si pensa ai guest post.

I guest post sono essenziali per far conoscere un brand, per aumentare la brand awareness, cosi come le digital pr. Non è la quantità che fa la differenza, ma la qualità. Postare molto sui medesimi portali può diventare a volte contro produttivo facendo scattare i filtri antispam.

Il processo di ottimizzazione costante

Non tutte le aziende e non tutti i settori possono permettersi di continuare a fare piccole modifiche sulle pagine. Ma per ottenere il massimo risultato è consigliato, specialmente quando un sito stenta a salire nelle serp. Non necessariamente parliamo di CRO, il cui scopo è quello di aumentare le conversioni, ma di seo. Le due discipline possono andare di pari passo, e magari introducendo qualche ottimizzazione CRO diventa più semplice anche migliorare la seo. E’ per questo che si tende ad accorparle anche se sono fondamentalmente due cose ben distinte.