Ecco come scegliere i propri occhiali dallo stile vintage


Accessori di stile in grado di completare con un tocco glamour l’intero look, gli occhiali vintage non possono essere scelti con superficialità e leggerezza perché costituiscono uno degli elementi in risalto già a prima vista.

Incorniciano il viso, lo completano e lo valorizzano in maniera assolutamente unica, specialmente quando risultano perfettamente adatti al tipo di abbigliamento e ai lineamenti del volto.
Che siano da sole o da vista, gli occhiali vintage hanno delle regole precise perché vengano scelti senza incorrere in grossolani errori di stile.



C’è chi si affida al recupero di reali occhiali d’epoca e chi, invece, punta preferenzialmente su accessori all’ultima moda rivisitati in chiave vintage; in qualunque caso, la parola d’ordine deve essere adeguatezza: adeguatezza della forma del viso a quella degli occhiali, adeguatezza dello stile degli accessori con l’abbigliamento, adeguatezza dell’occasione in cui vengono sfoggiati.
L’errore più comune è quello di indossare un paio di occhiali dalla montatura troppo spessa e visibile quando si ha un volto molto smunto e sottile, così come quello di mettere delle linee di occhiali che non si addicono ai lineamenti del proprio ovale.

D’altronde di occhiali vintage ce ne sono un’infinità, proprio per permettere a chiunque di trovare la giusta dimensione anche in questo accessorio.

Gli occhiali dalle lenti perfettamente tonde e dalla montatura sottile e metallica hanno un forte sapore anni ’70 che può ben adattarsi ai visi armonici dalle labbra piene, perché riescono ad equilibrare le forme senza nascondere troppo il volto dietro le lenti.
Analogamente vintage sono poi gli occhiali dalla montatura a gatto, tipicamente femminili, ideali su qualsiasi viso perché equilibrati nelle linee e capaci di dare l’impressione visiva di uno sguardo allungato.

Non possono poi essere dimenticati gli occhiali dalle lenti abbastanza ampie, dotate di una montatura in osso a metà strada tra un quadrato ed un cerchio, con lenti leggermente tondeggianti sulla porzione inferiore e smussatamente squadrate su quella superiore: questo tipo di occhiale si adatta bene ad un viso lungo, così come ad uno ovale, perché in grado di riequilibrare i difetti, ponendo l’attenzione sulla zona occhi che ne diventa la protagonista indiscussa.

Gli occhiali vintage per eccellenza sono, poi, i classici occhiali dalle lenti grandi, capaci di raccogliere sotto i loro riflessi non solo gli occhi, ma anche parte delle gote e quasi interamente le sopracciglia: sono i tipici occhiali alla Sofia Loren, indimenticabili accessori di stile, capaci di riportare alla memoria le bellezze di un tempo.

Ognuna di queste montature dal sapore retrò più o meno modernizzato e riportato alle linee moderne, non perde però il suo tocco inconfondibilmente vintage: sono oggi sotto i riflettori virtuali delle passerelle urbane dove donne, ragazze e adolescenti recuperano modelli degli anni passati, facendoli rivivere di un nuovo autentico splendore attuale e giovanile.

Allo stesso modo gli uomini recuperano modelli d’epoca, associandoli ad uno stile d’abbigliamento in grado di valorizzare l’accessorio e completando l’atmosfera di un tempo con consapevole eleganza.

La raffinatezza degli occhiali vintage è il punto di forza di una moda che oggi è in grado di rivivere di nuova luce.