Scegliere l’aspirapolvere


Scegliere l’aspirapolvere giusto per le proprie esigenze non è difficile, se si conoscono tutte le caratteristiche che questo elettrodomestico può possedere: ecco come scegliere il miglior aspirapolvere con sacchi.

 

Come scegliere un aspirapolvere: aspirapolvere o scopa elettrica?

Quando si deve scegliere un nuovo aspirapolvere perché quello che si possedeva si è rotto, oppure perché se ne vuole uno di riserva nella seconda casa, ci si deve porre una serie di domande per capire quale modello possa essere il più adatto alle proprie esigenze. La prima grande differenza che c’è tra gli aspirapolvere è tra scopa elettrica e aspirapolvere propriamente detto. Quest’ultimo di solito è munito di ruote ed ha un lungo tubo flessibile, e mentre si fanno le pulizie è necessario tirarselo dietro. Però è molto versatile e arriva ovunque. In alternativa si può scegliere la scopa elettrica, che è verticale e più pratica da maneggiare, ma spesso meno potente. Se si desidera il miglior aspirapolvere con sacchi, lo si può scegliere tra entrambe le categorie, perché tanto gli aspirapolvere da traino che le scope elettriche possono essere con o senza sacco. Ecco cosa significa.

 

Cosa significa aspirapolvere con o senza sacco?

In origine tutti gli aspirapolvere avevano il sacchetto interno, dove si raccoglie la polvere e lo sporco e che quando è pieno deve essere sostituito con i ricambi che si trovano in vendita. Poi sono nati gli aspirapolvere senza sacchetti, che hanno un serbatoio che va svuotato e lavato. In entrambe i casi ci sono dei pro e dei contro. Il sacchetto intercambiabile è più igienico e pratico, ma a volte può diventare difficile trovare in commercio i sacchetti del tipo di cui si ha bisogno. L’aspirapolvere senza sacchi comporta dei costi inferiori (non si devono comprare continuamente i sacchetti nuovi) ma costringono ad entrare a contatto con la polvere. Se si vuole comprare il migliore aspirapolvere con sacchi, si dovrà scegliere un modello i cui ricambi possano essere trovati in commercio con facilità, o usare dei ricambi universali, e poi si dovranno considerare anche altre caratteristiche.

 

Altra caratteristiche da considerare nell’acquisto dell’aspirapolvere

In base ai metri quadri della casa bisogna scegliere la potenza del motore dell’aspirapolvere: più è potente e più avrà capacità di aspirazione su grandi superfici. Un’altra grande differenza che si può registrare tra gli aspirapolvere è tra quelli ricaricabili e quelli che funzionano collegati alla rete elettrica. I primi sono molto comodi perché non si è vincolati dalla lunghezza del filo, ma i secondi spesso sono meno potenti. Restano infine da considerare tutte le caratteristiche speciali, come le spazzole per pavimenti particolari (parquet, moquette) e i filtri adatti a chi in casa ha qualcuno che offre di allergie o possiede degli animali (filtro HEPA). Considerando tutti questi fattori e confrontandoli con le proprie specifiche esigenze non sarà difficile scegliere il miglior aspirapolvere con sacchi, o senza sacchi, presente in commercio.