Scaffalature drive-in: caratteristiche e vantaggi


Le scaffalature drive-in sono strutture portapallet a corridoi che solitamente vengono impiegate per stoccaggi ad alta intensità. Questa tipologia di scaffalature è sviluppato secondo il cosiddetto sistema LIFO (Last In First Out), che cioè prevede che il primo pallet ad essere immesso sia l’ultimo ad uscire. In questi contesti i pallet vengono tendenzialmente movimentati per spinta, dato che non è prevista l’installazione di rulli.

Diversi sono i vantaggi delle scaffalature drive-in: uno dei più lampanti è dato dall’opportunità che queste strutture offrono di sfruttare al massimo lo spazio disponibile, consentendo di immagazzinare dall’80 al 120% di merci in più di quanto si possa fare con altri sistemi di stoccaggio. Questo è possibile grazie al fatto che le scaffalature drive-in si sviluppano in altezza e si compongono di diversi livelli di corsie di carico. Proprio per questo gli impianti drive-in trovano applicazione nei casi in cui si ha la necessità di immagazzinare grosse quantità di pallet.

Oltre ad essere suggeriti per stoccare grandi quantitativi di merce, i sistemi drive-in sono ideali nel caso in cui si debbano immagazzinare prodotti palettizzati omogenei. Gli scaffali drive-in tornano infatti particolarmente utili anche in tanti altri casi: quando si devono stoccare dei prodotti instabili o sensibili alla pressione, in caso di ridotta rotazione o, ancora, nel caso di magazzini stagionali.