Salone della Giustizia di Roma: Carlo Malinconico fra i relatori


Carlo Malinconico ha partecipato come relatore al Salone della Giustizia di Roma in occasione del convegno “Diritto e Sentimento”.

Carlo Malinconico

 

Carlo Malinconico al Salone della Giustizia di Roma

Nel corso degli ultimi 15 anni sono morti quasi 11.000 pedoni sulle strade italiane e circa 300 mila sono rimasti feriti. La media è pari a 729 morti all’anno, praticamente 2 al giorno: questi sono i dati emersi dalla ricerca condotta dall’Asaps e presentata durante la seconda giornata del Salone della Giustizia di Roma, tenutasi dall’11 al 13 aprile. Durante l’incontro intitolato “Ti voglio bene. La sicurezza stradale cresce con noi”, curato da Safety21, è emerso come l’anno peggiore degli ultimi 5 sia stato il 2015: 602 le vittime in base alle ultime rilevazioni Istat. La giornata conclusiva di giovedì 13 ha avuto inizio con il convegno “Diritto e Sentimento” e tra i relatori hanno partecipato: Carlo Malinconico (ordinario di Diritto dell’Unione europea), Marianna Madia (ministro della Pubblica amministrazione), Massimo Luciani (ordinario di Diritto costituzionale), Anna Finocchiaro (ministro per i Rapporti con il Parlamento) e Gian Vittorio Cafagno (presidente di Insignum). Durante il pomeriggio è andato in scena il convegno “Verso la dematerializzazione (il valore che non si tocca ma che giova a tutti)”, organizzato da Unionecamere e moderato da Alessandro Galimberti, giornalista de Il Sole 24 Ore. L’edizione di quest’anno è terminata con un video messaggio del presidente del Parlamento Antonio Tajani. Carlo Malinconico, vicepresidente del comitato scientifico, è convinto che questo format del Salone della Giustizia abbia attirato anche il pubblico più giovane.

Carriera professionale di Carlo Malinconico

Una volta conseguita la Laurea in Giurisprudenza e superato il concorso pubblico, Carlo Malinconico inizia la propria carriera professionale nel 1976 come Uditore Giudiziario e Procuratore dello Stato. Dal 1980 al 1985 è Avvocato dello Stato presso l’Avvocatura dello Stato di Milano. In seguito, una volta ottenuto il primo posto nella graduatoria del concorso pubblico più impegnativo di tutti, diventa Consigliere di Stato, ricoprendo tale posizione fino al 2002. Intraprende poi con passione la carriera di docente universitario, inizialmente insegnando all’Università degli Studi di Udine e in seguito presso l’Università di Roma “Tor Vergata”. Durante la lunga carriera lavorativa ha rivestito cariche prestigiose all’interno della Pubblica Amministrazione, acquisendo così competenze relative al diritto pubblico dell’economia e alle discipline delle fonti di energia. Dal 1996 al 2001 Carlo Malinconico è stato a capo del Dipartimento della Presidenza del Consiglio che coordina l’attività legislativa del Governo, dal 2006 al 2008 è Segretario generale della Presidenza del Consiglio mentre dal 2011 al 2012 diventa Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega all’editoria, agli affari regionali e al coordinamento amministrativo. Dal 2008 e fino al 2011 riveste la posizione di Presidente della Federazione Italiana Editori Giornali. Nel 2003 ha fondato lo Studio Legale Malinconico, attivo principalmente nei settori di diritto europeo, diritto della concorrenza, diritto amministrativo, diritto societario e civile. Attualmente svolge il ruolo di Avvocato abilitato al patrocinio davanti alle giurisdizioni superiori, è Presidente di Sezione On. del Consiglio di Stato.