Rigenerare le cartucce toner


La rigenerazione del toner è un processo semplice e veloce, che garantisce stampe qualitative ed un notevole risparmio rispetto all’acquisto di un toner nuovo. Ma come si fa a rigenerare un toner, e a quali vantaggi porta la rigenerazione? Scopriamolo.

 

RIGENERAZIONE TONER: LA SOLUZIONE ALLA SOSTITUZIONE
Molto spesso, quando l’inchiostro della stampante si esaurisce, molte persone sono portate a comprare un nuovo toner. Ma è veramente la soluzione migliore? Per rispondere a questa domanda, dobbiamo sapere che l’alternativa alla sostituzione del toner esiste, e consiste nella sua rigenerazione. Si tratta di un processo molto più semplice di quanto la gente sia spesso solita pensare. Inoltre, un altro punto a favore delle cartucce toner rigenerate risiede nella qualità delle stampe: non di rado, infatti, le persone preferiscono comprare un nuovo toner, erroneamente convinti che esso garantisca stampe di qualità maggiore rispetto ad un toner rigenerato. Ciò non è assolutamente vero, in quanto, se rigenerato nella maniera giusta, un toner è in grado di offrire comunque prestazioni altamente qualitative.

 

COME RIGENERARE IL TONER: I PROCESSI
I procedimenti per avere cartucce toner rigenerate possono essere vari, ma per cominciare possiamo partire da quello più semplice, che vale per la maggior parte dei modelli in commercio.
Esso consiste nella rimozione del tappo di plastica posizionato sul lato della cartuccia. A tal scopo, si può utilizzare lo strumento che si ritiene più efficace per far leva sul tappo. Il passaggio successivo consiste nel versare l’inchiostro residuo presente all’interno della cartuccia su fogli di giornale, e sostituirlo con quello nuovo. Le ricariche di inchiostro sono tranquillamente acquistabili sia online, sia nei negozi di settore.
Un processo diverso viene seguito per toner che non presentano tappi esterni: su questo tipo di cartucce, infatti, sarà necessario effettuare un foro, svuotando su fogli di giornale l’inchiostro residuo. Una volta che è stato svuotato, si potrà ricaricare la cartuccia, riempiendola di inchiostro nuovo attraverso il foro, che alla fine del processo dovrà essere sigillato con del nastro adesivo.

 

CARTUCCE RIGENERATE: LA SOLUZIONE PER TUTELARE L’AMBIENTE
Come abbiamo già detto nei paragrafi precedenti, avere cartucce toner rigenerate comporta un notevole risparmio di soldi, con la stessa qualità di prestazione. Dati alla mano, gli esperti del settore affermano che coloro che scelgono di rigenerare il proprio toner al posto di sostituirlo ottengono un risparmio che si aggira intorno al 50%.
Tuttavia, questi non sono gli unici benefici della rigenerazione. Un importante aspetto da tenere in considerazione quando si parla di rigenerazione toner riguarda il rispetto dell’ambiente: i vuoti delle cartucce, infatti, sono rifiuti speciali. Questo è il motivo per cui ricostruirli con nuove componenti e rigenerarli con un nuovo inchiostro di qualità permette di rimettere sul mercato un prodotto che altrimenti si dovrebbe smaltire, riducendo la quantità di rifiuti e tutelando l’ambiente.