Quando e come cambiare le pastiglie freni


Un forte rumore metallico proviene dalla ruote della tua auto? Allora è il caso di controllare le pasticche dell’impianto frenante.

Le pastiglie freni servono a stringere il disco freno e attraverso l’attrito rallentano la rotazione di quest’ultimo. Ogni frenata provoca la perdita di materiale da parte delle pasticche e anche da parte del disco che, quando diventa eccessiva, emettono un fastidioso stridio.

Le pastiglie freni si usurano molto più facilmente rispetto ai dischi. Molto dipende dal tipo di strada che si percorrere: chi viaggia in città logora più velocemente il sistema frenante rispetto a chi percorre strade extraurbane. La sostituzione di solito avviene al raggiungimento dei 40 mila chilometri e quando lo spessore delle pastiglie freni è inferiore ai 2-3 millimetri.

Oltre al fastidioso stridio, al chilometraggio e alla grossezza, altri segnali di usura sono: la frenata troppo lunga, la lunghezza della corsa del pedale del freno e la spia luminosa accesa, presente oramai in tutti i veicoli di nuova generazione.

Come fare il cambio delle pastiglie freni?

Le pastiglie hanno generalmente un costo abbastanza contenuto e le operazioni per la sostituzione sono abbastanza semplici e veloci.

La prima cosa da fare è sollevare l’auto su un sostegno, rimuovere le ruote dall’asse e capire se le pinze in questione sono fisse oppure flottanti. Successivamente, se previsto, è necessario scollegare il cavo della spia di usura che è collegato al veicolo. A questo punto bisogna spingere il pistoncino del cilindretto freni: per le pinze anteriori è bene utilizzare un cacciavite di grandi dimensioni; per i freni posteriori, invece, si deve procedere alla rimozione con il freno a mano tirato.

Buona prassi da seguire prima di smontare è fare attenzione a come sono posizionati tutti i componenti, per essere sicuri di posizionarli bene in fase di riassemblaggio; inoltre è pratico anche smontare una coppia di pasticche per volta. Inseriti i nuovi dispositivi, bisogna accertarsi di rimontare gancetti e perni nel modo corretto.

Al momento del cambio delle pastiglie freni si può controllare anche lo stato di usura dei dischi, che generalmente vanno sostituiti all’incirca ogni 80 mila chilometri.

Se non si possiede una buona manualità e dimestichezza, è meglio rivolgersi al meccanico di fiducia. Per la scelta dei pezzi invece si può procedere tranquillamente in maniera autonoma, sempre però rivolgendosi a rivenditori affidabili, dove la scelta dei dispositivi è sicura e semplice anche per i meno esperti.

Attraverso il sistema di ricerca online su www.ermesautoricambi.it è possibile visualizzare solo pastiglie specifiche per il proprio veicolo, senza incorrere in errori o confusione. Basta conoscere marca, modello e tipo di auto e selezionare l’articolo che desideriamo ordinare, in questo caso pastiglie freni, e il gioco è fatto.