Quale lettiera per gatti scegliere? Ecco una domanda comune!

Naturalmente non c’è la lettiera giusta o sbagliata. Ce n’è una per voi, e soprattutto che si adatta al vostro gatto! Beh, è ​​bello, ma a parte questo… cosa ci si aspetta da un buona lettiera? Che sia pratica, non troppo costosa, ma soprattutto che assorba bene.

Quindi, ecco una panoramica dei diversi substrati:

  • La lettiera minerale
  • E ‘ la più famosa lettiera per gatti, composta da granuli di argilla naturale che assorbirà i liquidi.
  • Questa è la lettiera meno costosa, ma ci sono diverse marche, diverse gamme, che non hanno le stesse prestazioni.
  • Per gli amanti dell’ambiente, dobbiamo anche sapere che la lettiera minerale non è biodegradabile.

Quale lettiera per gatti scegliere? Ecco una domanda comune!
Quale lettiera per gatti scegliere? Ecco una domanda comune!

La lettiera in silice

La lettiera in silice, noto anche come “cristallo” o “perle” è composto da una miscela di zeoliti, un minerale naturale o sintetico, micro poroso, che ha un forte potere assorbente liquido, e in tal modo assorbe anche gli odori. Le zeoliti sono anche utilizzate, ad esempio, per la purificazione o addolcimento dell’acqua, oppure può servire come substrato per la coltivazione dei bonsai. La lettiera è silice in forma di granuli traslucidi, a volte con piccoli punti di blu.

 

La lettiera vegetale o naturale

Abbiamo visto, il principale svantaggio delle silici o lettiera minerale è il loro impatto ecologico. Infatti non si possono degradare in discarica e non possono essere trattati o riciclati. Per rispondere a questo, ci sono lettiera per gatti al 100% ecologiche e rispettose dell’ambiente in quanto molto più biodegradabili di quelle di silice o minerale. Si trova con base di paglia, trucioli di legno, pellet o segatura, pannocchia, o carta riciclata.