Progettare una scaffalatura: cosa serve?

Le regole che stabiliscono gli standard per l’installazione e l’uso di sistemi di scaffalature industriali sono inserite nel documento EN 15635:2008, sviluppato dal Comitato Europeo per la Standardizzazione nell’ambito del tavolo tecnico 344. La segreteria è stata affidata quindi all’UNI, Ente Nazionale di Normazione.

Le norme, valide per gli stati all’interno dell’Unione Europea e per quelli dell’EFTA (Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera), sono state adottate da tutti gli stati entro e non oltre il maggio 2009. Oltre all’EN-15635, sono attive e valide anche le normative EN-15512 (specifiche alla scaffalatura portapallet), la EN-15620 (Tolleranze, deformazioni e interspazi) e la EN-15629 (Sistemi di stoccaggio statici di acciaio, relative all’attrezzatura di immagazzinaggio).


Progettare una scaffalatura: cosa serve?
Progettare una scaffalatura: cosa serve?

Le linee guida fornite dalla normativa EN-15635 normano gli aspetti operativi e pertinenti alla sicurezza strutturale dei sistemi di immagazzinaggio, relativi anche alluso di apparecchiature di movimentazione meccanica pesanti, con l’intento di ridurre al minimo il rischio e le conseguenze derivanti da un possibile funzionamento non sicuro o degli ipotetici danni arrecati alla struttura.

Partendo da queste normative per iniziare la progettazione della scaffalatura industriale, il cliente deve quindi comunicare alcuni fondamentali al fornitore che predispone e sviluppa il progetto:

  • Le specifiche dei vari locali dove saranno installate le scaffalature
  • In che modo sarà composto il pavimento che farà da fondazione per le scaffalature metalliche, per i muletti e per i carrelli elevatori che movimenteranno la merce.
  • La tipologia di merce che sarà stoccata sui ripiani delle scaffalature e la tipologia di pallet che sarà usata
  • Quali saranno i carichi ammissibili
  • Quale tipologia di carrelli e strumenti per la movimentazione verranno utilizzati
  • Eventuali previsioni di futuri rinnovamenti al magazzino

In ultimo occorrerà stabilire se ci sono spazi sufficienti per depositare e prelevare in sicurezza tutte le merci e si rispetteranno i requisiti di protezione contro le collisioni.