Posti da non perdere per una vacanza al lago di Garda


Il lago di Garda e i suoi dintorni sono un vero paradiso per gli appassionati e gli amanti della natura. Una delle strade più suggestive è sicuramente la Provinciale 38, ovvero la strada della Forra, questa strada, che sale verso gli altopiani di Tremosine, attraversa la forra del torrente Brasa. Si tratta di un vero gioiello incastonato tra le montagne. Altro suggestivo posto naturalistico da visitare è il Monte Baldo, una catena montuosa compresa tra le province di Trento e Verona del Lago di Garda. È chiamato anche “il giardino d’Europa”, per via delle numerose specie vegetali che ospita: è possibile infatti imbattersi in diversi tipi di ambienti, da quello sub-mediterraneo della sponda lacustre, agli ambienti ad alta quota che presentano la flora caratteristica della fascia alpina. Tra le varie strutture ricettive presenti sul Lago di Garda l’Hotel 3 Stelle di Bardolino Hotel Campagnola è la soluzione ideale per chi è alla ricerca di relax e riposo a due passi dal Lago.

L’isola di Garda, conosciuta anche come isola Borghese, è la più grande isola del Lago di Garda. Dista circa 200 metri da Capo San Fermo, promontorio che divide il golfo di Salò dalla baia dello Smeraldo e fu per lungo tempo rifugio dei pirati, che assaltavano le imbarcazioni che percorrevano le rotte del lago di Garda. L’isola ospitò illustri personalità, da san Francesco d’Assisi, a Sant’Antonio da Padova, a Dante Alighieri a San Bernardino da Siena.

La location di ben tre province: Treno, Verona e Brescia, fa si che il lago di Garda, offra una serie di posti naturali e storici da visitare unici. Assolutamente da non perdere per chi viene in villeggiatura al lago è il Vittoriale, una piccola città monumentale che sorge a Gardone Riviera ideata da Gabriele d’Annunzio con l’aiuto dell’architetto Giancarlo Maroni. Al suo interno si trovano piazze, teatri, giardini, edifici e corsi d’acqua dedicate alla vita del poeta e alle fatiche degli italiani in occasione della prima guerra mondiale. Il complesso venne costruito tra il 1921 e il 1938.

Intorno al lago di Garda ci sono varie leggende come quelle di esseri dalla spaventosa dimensione per spiegare le Marmitte dei Giganti di Torbole, enormi cavità di 4 o 5 metri di diametro, levigate all’interno e profonde 10 o 12 metri. In realtà si tratta di un fenomeno glaciale dovuto alla modellazione della roccia da parte dei sassi e dell’acqua a seguito del disgelo dei ghiacciai

Infine da non perdere il suggestivo Santuario di Montecastello di Tignale, che sorge su uno spuntone di roccia calcarea a picco sul Lago. La sua posizione offre al visitatore panorami unici e spettacolari. Sorto sui ruderi di un antico tempio, successivamente trasformato in castello, custodisce la “Casa Santa”, un tempietto presumibilmente risalente all’ 800 d.C.