Plastici ferroviari, come si realizzano? Alcune dritte per iniziare


Realizzare plastici ferroviari è un hobby tanto affascinante quanto particolare. Per la cura e l’attenzione ai dettagli richieste questa pratica è una vera arte. È un mondo che coinvolge sempre più curiosi, appassionati già di modellismo o di ferrovie, ma anche i meno esperti: ma come si costruisce un plastico ferroviario?

Iniziamo dal principio.

I plastici ferroviari sono riproduzioni, in scala, di circuiti ferroviari con ambientazioni paesaggistiche. Un plastico ferroviario può essere statico o dinamico. Nel primo caso domina l’aspetto paesaggistico e il plastico è definito anche diorama; nel secondo, invece, si privilegia il movimento, con la presenza di modellini di treni nel circuito, azionati da motore elettrico a comando. In entrambi è fondamentale una certa attenzione alla fase di progettazione in cui vanno studiate e pianificate singolarmente le fasi del processo e stimati i componenti da usare. Nei plastici ferroviari infatti, non vengono impiegati solo trenini, alberi o accessori, ma anche elementi più complessi che, a loro volta, vanno assemblati.

Costruire plastici ferroviari, da dove iniziare?

Si parte dalla struttura portante: deve essere robusta e durevole poiché è il supporto del plastico ferroviario al momento della sua realizzazione, ma lo sarà anche dopo. Va valutato anche l’aspetto trasporto, non indifferente per creazioni pesanti.

Passiamo al tracciato che va realizzato in base alle preferenze di ognuno. Va sempre valutato lo spazio a disposizione in riferimento alla scala, il resto è questione di gusti: un tracciato con lunghi rettilinei è ideale per chi predilige la velocità e un movimento più fluido dei treni; un tracciato punto a punto è più indicato per le manovre in stazione. Quando progettiamo il tracciato inoltre ricordiamo che questo deve essere raggiungibile in ogni suo punto; in più occasioni potrebbe essere necessario effettuare manutenzione.

Si parla poi di posa dei binari, ovvero la struttura su cui poggia la linea ferroviaria. Prima della sua realizzazione va considerata la larghezza del binario, vanno scelti i materiali giusti e decisi i metodi corretti di fissaggio.

Finalmente quella che, soprattutto in caso di plastici ferroviari statici, è la parte più entusiasmante, la creazione del paesaggio. Questa fase non prevede solo creatività ma, come le altre, soprattutto analisi e giudizio: vanno considerati spazio a disposizione e scala del plastico, poi studiata la disposizione di ogni singolo elemento scenografico. Per la scenografia esistono articoli già disponibili sul mercato come alberi o edifici e altri invece da realizzare, come le montagne o i corsi d’acqua.

Su www.artedeltreno.com trovi tutti i componenti per creare i plastici ferroviari: materiali, accessori, elementi elettrici, modellini, articoli scenografici, ecc. Non solo: per gli appassionati di collezionismo che non si dilettano con la realizzazione delle strutture, Arte del Treno propone plastici ferroviari già fatti: si tratta infatti di un negozio online ma anche di un laboratorio, in cui il modellismo ferroviario è passione prima che una professione.