Paolo Campiglio: incarichi istituzionali e successi internazionali


I traguardi raggiunti di recente da Paolo Campiglio sia in campo professionale che istituzionale completano un percorso personale e lavorativo che lo ha portato a ricoprire ruoli di grande responsabilità e incarichi prestigiosi in campo politico, associazionistico e all’interno del gruppo Daclé, realtà del settore farmaceutico che guida dal 2015.

Paolo Campiglio: carriera e recenti successi alla guida di Daclé Polska S.A

Prima di approdare in Daclé Polska SA, Paolo Campiglio è già un affermato professionista del settore farmaceutico, avendo lavorato come Chief Financial Officier in Carmax-Pro S.r.l., impresa attiva nel commercio di apparecchiature elettroniche e presidi medico-chirurgici per le attività socio-sanitarie. Il suo percorso professionale nel gruppo Daclé, società chimica e laboratorio farmaceutico, comincia come Direttore Commerciale: si occupa infatti della gestione del business aziendale nei mercati esteri già esistenti (Svizzera, Germania, Austria e Regno Unito) e in seguito gli viene affidato il coordinamento del team che deve curare l’espansione della società in alcune realtà dell’Est Europa, quali Polonia, Romania e Moldova. I successi professionali ottenuti nel tempo lo portano a rivestire incarichi sempre più importanti: in quattro anni diventa prima responsabile del patrimonio immobiliare dell’azienda e successivamente Direttore Esecutivo della società capogruppo. Dal 2015 Paolo Campiglio è Presidente di Daclé Polska SA e mantiene anche la carica di Direttore Esecutivo della società capogruppo. Tra i traguardi raggiunti di recente alla guida dell’azienda c’è senz’altro l’approvazione del bilancio d’esercizio 2015, presentato lo scorso 30 marzo durante l’Assemblea degli Azionisti, che ha accolto positivamente la relazione presentata dal manager industriale.

Incarichi istituzionali ricoperti da Paolo Campiglio

Paolo Campiglio si è distinto e fatto apprezzare anche al di fuori dell’ambito farmaceutico, grazie ai diversi incarichi ricoperti in ambito associazionistico, nella società civile e del mondo politico. A soli 21 anni entra nel Consiglio comunale di Legnano (MI) dove sarà eletto per tre mandati consecutivi, restandovi per quindici anni, assumendo nel tempo gli incarichi di presidente della commissione lavori pubblici, di capogruppo di maggioranza e di Presidente del Consiglio comunale. Un’altra fortunata esperienza lo ha visto alla guida del Movimento Giovanile in qualità di coordinatore regionale della Lombardia e, successivamente, di dirigente nazionale al settore esteri. Dal 2006 al 2012 è stato anche vice-presidente del più grande sistema culturale gestito da enti pubblici locali, mandato che gli verrà rinnovato per due volte. Nel 2008, in parallelo con i traguardi raggiunti come esperto di internazionalizzazione delle imprese, Paolo Campiglio viene nominato vice-presidente esecutivo della Camera di Commercio Italo-Polacca, con la quale aiuterà numerose imprese italiane a promuovere gli investimenti in Polonia, curando in prima persona le relazioni con le varie autorità diplomatiche: il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero per lo Sviluppo Economico, l’Istituto per il Commercio Estero, l’Agenzia di stato per gli investimenti esteri, l’Agenzia nazionale di sviluppo industriale, le Agenzie regionali di sviluppo e gli enti fieristici. Recentemente il consorzio privato del comparto chimico-farmaceutico, composto dalle dodici aziende di vari Paesi europei che investono in Polonia, lo ha riconfermato nel ruolo di responsabile del progetto industriale e di coordinatore di tutto il piano degli investimenti per i prossimi due anni.