Origini del vestito da pirata


Il vostro bambino è un patito di Jack Sparrow de I Pirati dei Caraibi? Uan festa di compleanno si trasforma in Carnevale perché si deve essere vestiti a tema pirata? Non c’è da stupirsi: oltre che travestimenti di Carnevale, i travestimenti da pirata sono veramente una manna per chi vuole stupire con la fantasia. Con gli accessori giusti, poi, si possono personalizzare per rendere il costume elegante, oppure restare un galeotto. Ma la novità è data anche dai costumi da filibustiere donna: esistono dei vestitini da piratessa molto sexy, ma anche contenuti: abiti con scollatura ampia e spacco strategico nella gonna lunga, oppure camicia, giacca e pantalone per rimanere sul classico. L’importante è evidenziare le forme, puntando sui punti forti di ogni donna e minimizzare i piccoli difetti. Diverso invece lo scopo degli uomini o futuri uomini, in quanto l’obiettivo è incutere timore al prossimo e riprodurre fedelmente il personaggio ispiratore, poco importa se non è il protagonista o svolge solo un ruolo marginale nella gerarchia piratesca.

 

Quanto costa un vestito da pirata

Capitan Uncino è stato il vero precursore della moda piratesca, ma anche altri personaggi tratti dalle storie di pirati e filibustieri sono stati altrettanto importanti da consentire la diffusione della moda dei vestiti da pirata. In fondo, che si auna festa di Carnevale per bambini o un altro evento, il pirata è la maschera più economica e più gettonata. In fondo basta trovare dei vestiti neri, truccarsi il viso, cercare una benda per un occhio, cappello e barba ed ecco creato Barbanera. Un travestimento da filibustiere è a portata di tutte le tasche, sia che lo si voglia più semplice possibile, sia che si ricerchi ogni accessorio corrispondente al personaggio originale da riprodurre. Le maschere da pirata si possono trovare a partire da 1,50 Euro in su, perché non cogliere l’occasione di andare all’arrembaggio?