Opinioni sui vaccini


I vaccini rappresentano una sicurezza contro molte malattie, ma non farli possono apportare dei rischi non proprio indifferenti. La scelta di non vaccinare il proprio figlio significa esporlo al rischio di ammalarsi.

Oggi le vaccinazioni, grazie ai progressi della ricerca medica sono molto più sicuri e più efficaci di un tempo.

Alcune malattie, infatti, come ad esempio il vaiolo sono state eliminate, anche se ce ne sono altre diffuse e possono causare gravi malattie.

 

Vaccini obbligatori

Quali sono i vaccini obbligatori che occorre fare al proprio figlio? In Italia sono obbligatorie alcune vaccinazioni contro la poliomelite, difterite, tetano, epatite B. Tutte le altre invece sono volontarie, anche se il sistema sanitario nazionale ne garantisce la gratuità e ne incentiva l’utilizzo.

Si inizia a vaccinare all’età di tre mesi. Le vaccinazioni contro la pertosse, la rosolia, la parotite, il morbillo e quella contro Haemophilus influenzae B sono invece facoltative.

E’ vero che i vaccini fanno male?

I rischi sono davvero minimi. Al massimo dopo l’iniezione può verificarsi nel bambino un po’ di febbre o nervosismo. Sintomi che si risolvono nell’arco di qualche giorno. Erroneamente a quanti molti pensano invece non sussistono complicanze gravi. Purtroppo sono molti i genitori che per paura che accada qualcosa al proprio figlio evitano di sottoporlo alle vaccinazioni, ma non c’è niente di più sbagliato nel fare questo.

I vaccini rafforzano il sistema immunitario non lo indeboliscono. Un’infezione naturale invece può indebolirlo.

 

Esistono vaccini pericolosi?

Alcuni ritengono che i vaccini siano sostanze pericolose ma la realtà è ben diversa. Non è così. Prima di immettere un vaccino sul mercato, viene sottoposto a rigidi controlli e monitorato per qualche tempo prima di iniettarlo all’individuo.

 

Vaccini: ecco quali sono i vantaggi

Grazie all’utilizzo delle vaccinazioni moltissime malattie sono state debellate. Vaccinare il proprio figlio significa proteggerlo in modo sicuro ed efficace contro le malattie infettive gravi.