Olimpiadi Nazionali di Informatica a Catania – Consegnate le medaglie


g-pignataro-adrea-ciprietti-giulianova-primo-classificato

Si sono concluse con trentasei medagliati le Olimpiadi Nazionali di Informatica tenute in Sicilia, presso l’Istituto Archimede di Catania, in una cerimonia di consegne presieduta dal Rettore dell’Università etnea Giacomo Pignataro.

La competizione alla “tastiera”, promossa annualmente dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e da AICA – Associazione italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico, ha avuto per protagonisti 96 talentuosi studenti fra i 15 e i 19 anni, provenienti da scuole superiori di tutta Italia, che si sono sfidati a colpi di bit per ambire alle prestigiose medaglie olimpiche. Il contenuto della gara prevedeva la risoluzione di un problema, di tipo algoritmico, attraverso la scrittura di un programma in linguaggio C, C++ o Pascal. Un tipo di prova simile a quella che viene proposta nella competizione internazionale, anche se di minore complessità.img-20160917-wa0009

Venti bronzi, undici argenti e cinque ori, ma solo venti gli atleti che si sono assicurati un posto nel gruppo dei “probabili olimpici” tra i quali, dopo ulteriore formazione e selezione, saranno scelti i componenti della squadra italiana che sfiderà i talenti informatici di tutto il mondo alle prossime Olimpiadi Internazionali di Informatica, nel luglio 2017, a Teheran in Iran.

Un ruolo sempre più strategico quello che le discipline scientifiche rivestono per il nostro Paese, tanto le Olimpiadi sono state inserite nel programma ministeriale per la valorizzare delle eccellenze.

“E’ stata un’esperienza impegnativa e formativa per i ragazzi, e un valore aggiunto è stato rappresentato da tutti i docenti e dai referenti territoriali che li hanno seguiti”, commenta la dirigente scolastica dell’ITI Archimede, Daniela Vetri. “La mia speranza – aggiunge – è quella che possano fare tesoro delle competenze acquisite, sia nel mondo dell’università che in quello del lavoro.”