Nuovi record di fatturato per Skechers nel settore internazionale delle calzature


Ancora un altro traguardo importante per Skechers Usa Inc., azienda statunitense specializzata a livello internazionale nel settore delle calzature, che vede accrescere ulteriormente nuovi record di fatturato e le sue performance sui mercati esteri. Gli ultimi dati  hanno registrato ricavi per 764,3 milioni di dollari nel corso del quarto trimestre del 2016, fino ad arrivare a 1,073 miliardi di dollari, nel primo trimestre del 2017. La leadership internazionale di Skechers nella produzione di scarpe per uomo, donna e bambino ha ricevuto una spinta decisiva negli ultimi anni: dopo aver sbancato negli Stati Uniti, l’azienda di scarpe, che ha sede a Manhattan Beach in California, ha investito le sue risorse  nell’espansione dei suoi mercati in tutto il mondo. Ad oggi  Skechers è confortata da un’ampia rete di distribuzione, che arriva a coprire più di 100 paesi con 1.500 punti vendita, oltre a portare nei suoi store un ampia varietà di articoli calzaturieri, che comprende ben 3000 stili diversi.

Sull’onda dell’entusiasmo per i nuovi record di fatturato, David Weinberg, Chief Operating Officer di Skechers, spiega come “l’andamento positivo deriva dall’aumento del business internazionale, del wholesale e del mercato domestico. In quest’ultimo abbiamo venduto il 4,5% in più di paia rispetto al primo trimestre 2016, ma a un prezzo medio inferiore del 4,8%”. Una delle ragioni del successo del marchio Skechers a livello nazionale è da annoverare alla tipologia di calzature vendute, molto apprezzate da un pubblico eterogeneo, perché conserva le qualità intrinseche di un’ottima scarpa, esteticamente bella da vedere, resistente, affidabile e assolutamente confortevole, molto indicata per essere usata tutti i giorni. “Rimaniamo focalizzati sul mercato europeo, sulle Americhe e sull’Asia e anche per l’Italia abbiamo un piano di aperture importanti”come ha annunciato il portavoce di Skechers, Weinberg.

L’Importante traguardo raggiunto da Skechers per i nuovi record di fatturato nel settore calzaturiero internazionale è un caso di successo molto particolare, se si pensa che il marchio californiano è nato per produrre stivali da lavoro e scarpe da skater solamente nel 1992, dunque abbastanza giovane rispetto alle due aziende competitors, Adidas e Nike, nate rispettivamente  nel 1949 e nel 1967. Sicuramente, l’interesse verso la conquista di nuovi mercati ha avuto la parte da leone negli ultimi anni per l’accrescimento dei profitti aziendali, anche in Italia, dove si sta spingendo verso la riorganizzazione del marchio di calzature. “Non soltanto è in programma un piano di aperture per l’esercizio in corso, ma si sta concretizzando il passaggio a una forza vendite interna e non più affidata alle agenzie, proprio a supporto della crescita”, ha annunciato Sergio Esposito, direttore generale di Skechers Italia dal 2007. “Vediamo grandi opportunità nei mercati emergenti e in Italia, dove i consumatori hanno grande attenzione per lo stile ma anche per il comfort, due attributi chiave delle calzature Skechers”.

http://www.euroshoesroma.it/