Durante il 2015 dona nuova vita ai tuoi capelli


I capelli lo sappiamo sono una parte irrinunciabile della bellezza di una donna. Lunghi o corti, lisci o ricci, naturali o tinti, l’importante è averli sani e belli, dedicando a loro tutte le cure necessarie.  Una chioma curata dona femminilità, fascino e perché no ci fa anche sentire più sicure di noi stesse.

Spesso però nella cura dei capelli commettiamo degli errori, più o meno gravi, che invece influire positivamente sullo stato della nostra capigliatura, la vanno a danneggiare. Poniamoci quindi l’obiettivo per il 2015 di voler bene ai nostri capelli seguendo questi tre semplici consigli.

Abbandoniamo le grandi marche di shampoo e balsamo e scegliamo i prodotti biologici. Spesso i grandi brand cosmetici, a dispetto di ciò che affermano riempiono i loro prodotti con un’infinità di sostanze chimiche su tutti i terribili siliconi, che migliorano la consistenza del prodotto ma che di fatto sono dannosi per la cute e per la salute del cuoio capelluto.

Un altro errore comune da evitare è quello di tagliare o tingere, ma più in generale, andare da parrucchiere nel momento sbagliato. Per sapere qual è il momento più opportuno per effettuare trattamenti importarti sui vostri capelli è sufficiente consultare un calendario lunare. Su questi speciali calendari sono indicati i giorni migliori per effettuare taglio, tinta o permanente, evitando i giorni peggiori nella fattispecie quelli in cui la luna si trova in Cancro od in Pesci.

Un altro consiglio è quello di limitare il più possibile l’uso di arroventate piastre liscianti e di asciugapelli dalle alte temperature. Se proprio non potete evitarlo vi consigliamo di prendere in considerazione l’acquisto di uno spray termoprotettivo da spruzzare sui capelli prima dell’utilizzo di questi strumenti dall’alto calore.

Infine non dimenticate di coccolare con qualche cura extra i vostri capelli. Una volta al mese dedicatevi ad un ottimo impacco “leave in” da mantenere sul capo per almeno un’ora. Potrete scegliere tra l’olio di mandorle dolci, quello di cocco o una generosa porzione di burro di karitè.