Non solo per bambini, i carri armati telecomandati sono amati anche dagli adulti


I carri armati telecomandati sono un gioco adatto ai ragazzini un poco più grandicelli, che potranno guidare il mezzo su diversi percorsi anche accidentati, imparando a coordinare l’occhio e la manualità.

Carri armati telecomandati: insegnare ad usarli

Un gioco di questa complessità, a meno che il ragazzo non abbia già esperienza in giocattoli similari, non deve essere semplicemente regalato, lasciando al ragazzino la responsabilità di imparare ad utilizzarlo, ma può invece essere un modo davvero divertente e pieno di emozioni di cementare ancor di più il legame tra genitori e figli.

Ricevere uno degli splendidi carri armati telecomandati che si possono trovare in commercio sarà un regalo sicuramente inferiore alla possibilità di imparare subito ad utilizzarlo seguendo alcune, fondamentali regole. Se l’abilità nell’utilizzo del giocattolo verrà con il tempo, e sarà in futuro probabilmente molto superiore a quella dei genitori, non altrettanto vale per la capacità di discernimento che un adulto possiede.

Evitiamo quindi di regalare carri armati telecomandati solo per vietarne l’utilizzo in casa: sarà invece proprio in casa che inizialmente, vista la complessità di una guida a distanze, sarà possibile iniziare a conoscerne le possibilità ed i tempi di reazione, oltre ad imparare più in generale a guidarlo.

Creiamo quindi certamente delle zone off limits, dove non dovrà essere utilizzato, ma spieghiamo perché e creiamo anche zone dove invece potrà essere utilizzato in tutta tranquillità, approfittando dell’occasione sia per insegnargli l’utilizzo, sia per impartire qualche primo accenno per quanto riguarda l’attenzione, mentre si muove un mezzo, allo spazio che ci circonda.

Anche se i carri armati telecomandati sono pensati per poter superare diversi tipi di ostacoli e risalire lungo pendenze anche elevate, non sono ovviamente adatti a tutte le situazioni, specie all’esterno, ed assolutamente mei nelle vicinanze di una strada, che potrebbe rendere il gioco pericoloso per i passanti.

Un gioco, insomma, che potrà contribuire a cementare in modo duraturo il rapporto tra genitori e figli.