Nidek Technologies introduce la stampa 3D nella produzione di attrezzature oftalmologiche


Nidek Technologies, azienda produttrice di sistemi diagnostici oftalmologici ad alta tecnologia, ha necessariamente dovuto trovare, di recente, un modo più efficace per ottimizzare il processo di prototipazione, con l’obiettivo di portare più velocemente i propri dispositivi sul mercato. L’inserimento di un dispositivo in uno studio clinico è tipicamente un processo molto lungo che la stampa 3D potenzialmente potrà accelerare e consentire innovazioni e maggiori efficienze in generale.

L’uso della tecnologia PolyJet da parte di Nidek per la creazione del proprio dispositivo Gonioscpe, in particolare utilizzando il Objectnex3 con materiali avanzati come Stratasys Rigur, ha permesso di ottenere dei prototipi operativi ed eccezionali.

La prototipazione rapida nel campo degli studi clinici può essere affascinante e allo stesso tempo impegnativo. La stampa 3D sta diventando un fattore sempre più importante del processo di sperimentazione clinica del dispositivo medico, in quanto i dispositivi medici sono di solito pieni di parti complesse e geometrie intricate.

Interessante quindi come la stampa 3D abbatta i vincoli di tempo comunemente associati ai metodi di prototipazione tradizionali e evidenzi l’utilizzo di materiali che hanno contribuito a imitare le parti finali. È altrettanto appagante vedere come applicazioni mediche per la stampa 3D stiano rapidamente espandendosi.