NBR, cosa sapere e quando si sceglie la gomma nitrilica?


NBR è l’acronimo inglese di acriloNitrile – Butadiene – Rubber e si tratta di una tipologia di gomma di origine sintetica che è stata ottenuta da un processo di capolimerazzazione dell’acrilonitrile (ACN) insieme al butadiene. Grazie alle diverse proprietà fisiche e chimiche che variano a seconda del copolimero, ogni gomma NBR si presenta molto resistente a ogni tipo di aggressione esterna come olio, temperature, carburante e così anche agli altri idrocarburi. In particolare ha la caratteristica di resistere a temperature che variano da -40 °C a +108 °C, agli oli, agli idrocarburi, ai grassi animali e vegetali.

Proprio per questo motivo le gomme NBR sono quelle più apprezzate dalle aziende per utilizzarle poi in vari campi di applicazione. Infatti sono impiegate per la produzione di vari tipi di prodotti come guanti ed in particolare per la produzione di guarnizioni in gomma come ad esempio gli anelli O-Ring. Infatti le NBR sono molto utilizzate nell’ambito dell’oleodinamica ma anche nel settore delle auto, dell’aeronautica e dell’industria nucleare in quanto servono per la creazione di tubi e giunti di tenuta, di membrane, di rivestimenti per cilindri e per cavi, di nastri trasportatori, di chiusure in gomma per barattoli.

In  particolare è proprio la quantità di ACN, acronimo che sta per acrilonitrile, contenuta dentro ogni gomma NBR, che riesce a determinare le caratteristiche più importanti di queste gomme. Se vi è un alto contenuto di acrilonitrile allora i prodotti resisteranno meglio a sostanze come oli e carburanti, saranno più elastici, meno flessibili alle basse temperature e peggiorano nella deformazione per compressione; se il contenuto di acrilonitrile all’interno di questi polimeri è minore, ci sarà una migliore resistenza in presenza di temperature basse. A questo proposito si possono dividere le gomme NBR in cinque gruppi differenti a seconda della presenza di ACN:

  • Polimeri con ACN molto alto dal 45% al 50%;
  • Polimeri con ACN alto dal 38% al 40%;
  • Polimeri con ACN medio dal 31% al 34%;
  • Polimeri con ACN basso dal 25% al 28%;
  • Polimeri con ACN molto basso dal 20% al 25%.

L’unico svantaggio nell’utilizzo delle gomme NBR è che pur essendo molto resistenti a sostanze come oli e acidi, non resistono alle sollecitazioni di origine meccaniche.