Motori: normativa sugli oli lubrificanti


L’azienda Tecnolubeseal opera da oltre 30 anni nel settore dell’importazione dagli Usa e della distribuzione in Italia di oli lubrificanti innovativi per applicazioni industriali e meccaniche di diversa natura.
Il tratto distintivo dell’azienda è quello di studiare soluzioni personalizzare e di andare incontro, quindi, a richieste ed esigenze specifiche, valutando di volta in volta la strategia migliore.
Personale tecnico preparato e competente studia le richieste dei clienti per rispondere, nel miglior modo possibile e coi prodotti che meglio si adattano alla richiesta.
In tutto questo, ovviamente, è sempre presente e rispettata la normativa oli lubrificanti ISO VG, secondo cui gli oli vengono divisi in classi precise, secondo le proprie caratteristiche di composizione.
La collaborazone che l’azienda ha messo in piedi nel corso degli anni con i produttori della casa madre, le permettono di fornire a ogni cliente l’olio lubrificante specifico e personalizzato per il proprio impiego.
Questo però, ovviamente, non mette in discussione la normativa degli oli lubrificanti, in cui rientrano tutti i prodotti commercializzati e distribuiti.
Gli oli lubrificanti, infatti, si dividono in oli a base minerale e oli sintetici. Per molti utilizzi gli oli sintetici sono più performanti perché resistono meglio alle alte temperature, scorrono meglio a basse temperature e sono meno soggetti alla degradazione chimica.
Gli oli lubrificanti disponibili per i vari settori industriali vengono classificati in base alla normativa ISO VG in cui sono presenti diverse classi ISO VG identificate da un numero.
Un olio lubrificante base, per appartenere ad una classe, deve avere la viscosità cinematica dell’olio base misurata a 40 °C secondo la norma ASTM D-445 compresa in un intervallo di ± 10% del valore nominale della classe ISO VG.
Alcune delle basi chimiche utilizzate sono le seguenti:
Esteri: utilizzati anche negli oli biodgradabili, basso coefficiente di attrito e bassa volatilità, ideali ad alte temperature;
PAG (Polialchilenglicoli): compatibili solo con alcune tipologie di materiali plastici e guarnizioni;
Siliconi: buona resistenza agli agenti chimici, basso potere lubrificante, ampio range termico.
Per essere certi di avere tutte le informazioni del caso, di individuare i prodotti giusti e di utilizzarli nel modo corretto, la soluzione migliore è quella di rivolgersi alle Tecnolubeseal, che saprà seguire ogni  richiesta con precisione e professionalità, fino alla soddisfazione di ogni esigenza.
Professionalità, competenza, passione sono le parole chiave su cui l’azienda basa il proprio lavoro, da molti anni e che rappresentano la chiave del successo di una realtà che è leader sul mercato italiano per la distribuzione di questo tipo di prodotti.