Mostre Milano: Dopo 20 anni riapre l’Esposizione Internazionale della Triennale


Tutto pronto per un 2016 di grandi mostre a Milano

XII Esposizione Internazionale

Torna a Milano una grande serie di mostre, segnate dal grande ritorno dell’Esposizione Internazionale della Triennale, intitolata: ’21st Century. Design After Design’. Il grande evento della Triennale, che torna dopo ben 20 anni dall’ultima edizione, garantirà un indotto pari a 138 milioni di euro, secondo le stime delle camere di commercio. Dal 2 aprile, il magnifico evento si dipanerà per  l’intera città con ben 27 mostre presenti in 16 diversi luoghi della città. Una grande apertura della stagione delle mostre Milano, garantita da un evento di eccezione come quello della XXI edizione della Esposizione Internazionale. Presente anche Expo, che porterà sei esposizioni, in programma dal 25 maggio in poi, quindi con date sfalsate rispetto al programma dell Triennale. Il programma delle esposizioni firmate Expo inizierà assieme allo spettacolo che devolverà gli incassi in beneficienza che vede sul palco il cantante Andrea Bocelli e il calciatore Javier Zanetti. La “Bocelli & Zanetti Night” è in programma all’Open Air Theater di Expo a Milano, e ha come obiettivo quello di celebrare la riapertura del teatro a cielo aperto, nonché essere un’introduzione simbolica per la finale di Coppa dei Campioni che verrà giocata a Milano il 27 maggio 2016.





Ancora mostre a Expo. Sono state settimane di trattativa e molta incertezza, ma è notizia di oggi che il tira e molla si è finalmente risolto in un accordo. L’area Expo, fino al 2 aprile in concessione ad Arexpo sarà consegnata alla Triennale di Milano dopo la firma della convenzione che siglerà ufficialmente l’accordo. L’accordo prevede, come già anticipato, la possibilità di utilizzare di 2 padiglioni sul lato opposto del padiglione Italia, alla fine del Cardo, che prima erano rispettivamente occupati dalla Coop con un supermercato futuristico e dall’auditorium del centro convegni. Nei prossimi mesi verranno allestite sei mostre a cura di Pierluigi Nicolin, che articoleranno il progetto “City After the city”, oltre al progetto per l’Orto Planetario che vedrà la coltivazione di quattromila metri quadri con 100 aiuole, un negozio di libri e un paio di punti di ristorazione per i quali presto verranno aperti dei bandi dalla Triennale stessa.

Tutti gli appuntamenti. Mentre si lavora alle partecipazioni internazionali, lavoro che sarà probabilmente ultimato intorno all’8 di aprile, tutto sembra essere pronto per le manifestazioni curate dalla Triennale in giro per la città. Non rimane che attendere e segnarsi tutti gli appuntamenti; una stagione di mostre da non perdere.