Moda Abbigliamento Junior


Da qualche anno la moda junior sta padroneggiando nel segmento dell’ abbigliamento soprattutto sul fronte relativo alle esportazioni prodotti. Nell’anno precedente (parliamo del 2016) è stato registrato un aumento del 4,9% in merito all’esportazione dei prodotti made in italy relativo ai prodotti abbigliamento baby, a fronte di una leggera frenata pari all’ 1,7% delle importazioni. I dati sono stati forniti dal Sistema Moda Italia (Smi) ufficializzati in occasione della presentazione dell’ Ottantacinquesima edizione di Pitti Bimbo, Il nostro ingrosso cinese napoli segnala un’ importante manifestazione dedicata esclusivamente alla moda Junior che sarà di scena a Firenze dal  22 al 24 giugno 2017.

Una manifestazione che conferma ancora una volta la propria centralità a livello internazionale:  alla Fortezza da Basso saranno presenti circa 538 collezioni – nettamente superiori rispetto alle 498 collezioni presentate  nella scorsa edizione di giugno 2016 – di cui circa il 60% provenienti dall’estero. Si è raggiunto questo risultato positivo anche grazie al contributo del Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) e dell’agenzia Ice. Sempre grazie al loro contributo, all’evento prossimo sono attesi 5.600 compratori provenienti da ogni parte del globo.

I dati forniti dal Sistema Moda Italia relativi alle esportazioni della moda baby/junior – segmentati per singolo mercato – permettono di demarcare precisamente a livello geografico l’interesse dei mercati internazionale nei confronti della moda bambino Made in Italy, il quale nel 2016 ha generato oltre un miliardo di euro grazie all’esportazione legata ai nostri prodotti.

Il primo mercato che ha mostrato un forte interesse verso i prodotti della moda abbigliamento junior è la Spagna, seguita da Gran Bretagna (+16%), Stati Uniti (+29%), Francia (+15%) ed Emirati (+4%). Resta ancora negativo l’andamento dell’ export dell’abbigliamento bambino in Russia.

In occasione della prossima edizione di Pitti Bimbo, a tema “Boom, Pitti Blooms”, sarà posta l’attenzione sulla moda junior con particolare focalizzazione sulla produzione ed il marketing per le calzature da destinare al pubblico baby, settore che sta crescendo in misura costante e chela fa da padrone soprattutto nel nostro ingrosso cinese napoli.

In questo settore si sta osservando un ritorno verso la scelta della qualità del Made in Italy da parte dei mercati internazionale a discapito dei prodotti economici. Forse proprio perché si preferisce ammirare i piccoli modelli con abitini di qualità piuttosto che vederli con vestitini scarsi.

Potranno passare anni, cambiare le generazioni, potranno mutare i gusti e le tendenze, ma la qualità legata al Made in Italy resterà sempre un fattore critico di successo immutabile nel tempo che traina e continuerà a trainare il segmento delle esportazioni in tutto il mondo.