Messa in sicurezza delle scuole con l’innovativo rinforzo strutturale solai


Progetto Scuole Sicure

Gli elementi orizzontali in laterocemento degli edifici scolastici sono soventi sottoposti a fenomeni di degrado strutturale e non, che mettono in primo piano l’esigenza della messa in sicurezza dei solai.

Grazie ai recenti stanziamenti del Miur per l’edilizia scolastica, le opere per il rinforzo strutturale solai vengono notevolmente agevolate; i dirigenti scolastici e le amministrazioni comunali possono così avviare le ispezioni e le indagini del caso per avere la stima precisa degli interventi di revisione necessari (sia ripristino che prevenzione). Ed in particolare, sarà possibile stabilire con esattezza che tipo di fenomeno di deterioramento è in corso.

Instabilità strutturale, sfondellamento e caduta d’intonaco

La caduta d’intonaco e lo sfondellamento sono fenomeni classificati come non strutturali, ma non per questo meno gravi. Per quanto riguarda lo sfondellamento, fenomeno che interessa la parte inferiore delle pignatte e l’intonaco sottostante, i danni legati ad un cedimento improvviso possono essere considerevoli: a seconda dello spessore dell’intonacatura, il fenomeno può causare il distacco dai 35 ai 75kg/mq di materiale. Nell’ipotesi in cui lo sfondellamento fosse esteso a tutto il soffitto dell’aula scolastica (mediamente 20 mq di superficie), il cedimento riguarderebbe oltre 1500 kg tra intonaco e pignatte.

Per degrado strutturale si intende invece il fenomeno dell’instabilità. Essa riguarda gli elementi portanti del solaio come i travetti, la soletta e l’armatura, non più in grado di assicurare l’adeguata rigidezza flessionale e tensionale dell’impalcato previste in fase di progettazione. Senza tempestive opere di rinforzo strutturale solai si potrebbe verificare il crollo dello stesso, o il ricorso alla misura di inagibilità del vano.

Entrambi i fenomeni derivano da molteplici cause (materiali utilizzati, carenze progettuali, eventi naturali) e costituiscono una minaccia evidente, sia per la sicurezza degli occupanti, sia per il normale svolgimento dell’attività scolastica. In passato il budget limitato, le evidenti difficoltà gestionali e l’esigenza di limitare al minimo i disagi alla didattica hanno frenato e ritardato le opere di messa in sicurezza solai. Ma grazie al fondo del Miur e agli innovativi sistemi di revisione dei solaidella Sicurtecto Srl, sarà possibile avviare una stagione di interventi per l’edilizia scolastica.

I sistemi Sicurtecto per la messa in sicurezza dei solai delle scuole

Sicurtecto Srl vanta una lunga esperienza nelle opere di manutenzione degli impalcati delle scuole. Perfettamente conscia delle particolari esigenze di rapidità e non invasività richieste dagli istituti, la Sicurtecto Srl ha brevettato i sistemi PROTECTO® e SICURTECTO® per la messa in sicurezza dei solai dal rischio sfondellamento e instabilità strutturale. Entrambi i sistemi sono basati su un coefficiente di rischio calcolato di oltre 2.5 certificato dal Politecnico di Milano e sono caratterizzati da una velocità e non invasività della posa in opera senza eguali.

I controsolai PROTECTO® (specifico per l’antisfondellamento) e SICURTECTO® (ottimizzato per sfondellamento e rinforzo strutturale solai) sono composti da materiali resistenti di altissima qualità, applicati a regola d’arte per garantire nel tempo la sicurezza necessaria. L’installazione avviene rigorosamente a secco e nella quasi totalità dei casi non è necessaria l’interruzione delle lezioni.

Messa in sicurezza di scuole con l’innovativo rinforzo strutturale dei solai

Gli elementi orizzontali in laterocemento degli edifici scolastici sono soventi sottoposti a fenomeni di degrado strutturale e non, che mettono in primo piano l’esigenza della messa in sicurezza solai.

Grazie ai recenti stanziamenti del Miur per l’edilizia scolastica, le opere per il rinforzo strutturale solai vengono notevolmente agevolate; i dirigenti scolastici e le amministrazioni comunali possono così avviare le ispezioni e le indagini del caso per avere la stima precisa degli interventi di revisione necessari (sia ripristino che prevenzione). Ed in particolare, sarà possibile stabilire con esattezza che tipo di fenomeno di deterioramento è in corso.

Instabilità strutturale, sfondellamento e caduta d’intonaco

La caduta d’intonaco e lo sfondellamento sono fenomeni classificati come non strutturali, ma non per questo meno gravi. Per quanto riguarda lo sfondellamento, fenomeno che interessa la parte inferiore delle pignatte e l’intonaco sottostante, i danni legati ad un cedimento improvviso possono essere considerevoli: a seconda dello spessore dell’intonacatura, il fenomeno può causare il distacco dai 35 ai 75kg/mq di materiale. Nell’ipotesi in cui lo sfondellamento fosse esteso a tutto il soffitto dell’aula scolastica (mediamente 20 mq di superficie), il cedimento riguarderebbe oltre 1500 kg tra intonaco e pignatte.

Per degrado strutturale si intende invece il fenomeno dell’instabilità. Essa riguarda gli elementi portanti del solaio come i travetti, la soletta e l’armatura, non più in grado di assicurare l’adeguata rigidezza flessionale e tensionale dell’impalcato previste in fase di progettazione. Senza tempestive opere di rinforzo strutturale solai si potrebbe verificare il crollo dello stesso, o il ricorso alla misura di inagibilità del vano.

Entrambi i fenomeni derivano da molteplici cause (materiali utilizzati, carenze progettuali, eventi naturali) e costituiscono una minaccia evidente, sia per la sicurezza degli occupanti, sia per il normale svolgimento dell’attività scolastica. In passato il budget limitato, le evidenti difficoltà gestionali e l’esigenza di limitare al minimo i disagi alla didattica hanno frenato e ritardato le opere di messa in sicurezza dei solai. Ma grazie al fondo del Miur e agli innovativi sistemi di revisione dei solaidella Sicurtecto Srl, sarà possibile avviare una stagione di interventi per l’edilizia scolastica.

I sistemi Sicurtecto per la messa in sicurezza solai delle scuole

Sicurtecto Srl vanta una lunga esperienza nelle opere di manutenzione degli impalcati delle scuole. Perfettamente conscia delle particolari esigenze di rapidità e non invasività richieste dagli istituti, la Sicurtecto Srl ha brevettato i sistemi PROTECTO® e SICURTECTO® per la messa in sicurezza dei solai dal rischio sfondellamento e instabilità strutturale. Entrambi i sistemi sono basati su un coefficiente di rischio calcolato di oltre 2.5 certificato dal Politecnico di Milano e sono caratterizzati da una velocità e non invasività della posa in opera senza eguali.

I controsolai PROTECTO® (specifico per l’antisfondellamento) e SICURTECTO® (ottimizzato per sfondellamento e rinforzo strutturale solai) sono composti da materiali resistenti di altissima qualità, applicati a regola d’arte per garantire nel tempo la sicurezza necessaria. L’installazione avviene rigorosamente a secco e nella quasi totalità dei casi non è necessaria l’interruzione delle lezioni.