Il mercato immobiliare commerciale in crescita nel 2017: opinioni e recensioni di Cogefim


Cogefim valuta positivamente nelle proprie opinioni e recensioni la crescita nel 2017 delle compravendite e transizioni del mercato immobiliare commerciale in Italia.

Cogefim

Cogefim

 

Cogefim: opinioni e recensioni positive sull’incremento del mercato degli immobili commerciali

Le opinioni e recensioni di Cogefim segnalano un rientro positivo del mercato terziario, commerciale e produttivo: una svolta attesa da un decennio e testimoniata dai prezzi di negozi, uffici e capannoni. Gli uffici riprendono quota, infatti, mostrando una completa inversione di tendenza con 9.731 transazioni dopo ben dieci anni di cali e pressione dei prezzi. Dopo aver assistito alla crescita positiva del mercato immobiliare residenziale, dunque, anche gli immobili commerciali tornano a promettere bene: la crescita in Italia evidenzia un rialzo dei volumi di compravendita del +16,1% già nel 2016. Incremento positivo che viene confermato anche dai dati rilevati dall’Agenzia delle Entrate in collaborazione con Assilea che ha organizzato il 25 maggio scorso la presentazione del Rapporto Immobiliare non residenziale. I tre comparti, terziario, commerciale e produttivo, hanno totalizzato rispettivamente un incremento del 12,5%, 16,6% e 22,1%. In quello produttivo rientrano i capannoni, i cui risultati migliori sono stati raggiunti in Lombardia, regione che da sola detiene un valore di più di un quarto del mercato. Per quanto riguarda i negozi, come riportano le opinioni di Cogefim, le città che mostrano i dati di compravendite più rilevanti sono Catania (+42,1%), Genova (+25,6%) e Bari (+20,7%).

L’aumento dei valori di quota riportato dalle recensioni di Cogefim

La città protagonista delle maggiori transizioni effettuate, circa mille, è Milano, afferma Cogefim nelle sue opinioni, affiancata da altre metropoli del Nord Italia. Per gli uffici è stata registrata una quotazione annuale di 1.404 euro al metro quadro, 3,6% rispetto al 2015 mentre il Lazio si riconferma, come nel 2016, la regione che presenta la quotazione media più elevata, con 2.125 euro. Nel 2016 i tre settori presentavano un valore complessivo pari a 15,6 miliardi di euro, +15,3%, con un recupero di 2 miliardi rispetto al 2014. Anche per quanto riguarda i contratti di leasing, Cogefim propone recensioni positive: nel 2016 sono stati superati i 480 mila nuovi contratti stipulati, 16% in più dal 2015. L’Italia, superati i 20 miliardi di euro di stipulato, rappresenta il secondo mercato europeo, con 4 miliardi di finanziato, dopo la Francia (4,5 miliardi di stipulato) e prima di Germania (1,7) e Spagna (1,2).