Mercato finanziario nebuloso. Via a una nuova ondata ribassista?


La nuova settimana sul mercato finanziario si apre all’insegna dell’incertezza. c’è un’ondata di vendite che sta lasciando nel dubbio molti investitori. Si tratta di una battuta d’arresto più o meno prolungata, oppure è una vera e propri inversione di tendenza? Proprio per via di questa incertezza, in molti oggi hanno deciso di ignorare i segnali di trading gratis e avere un atteggiamento più attendista.

Troppi lati oscuri sul mercato finanziario

marcato-finanziario-trendIl dubbio è lecito, anche perché alimentato dal comportamento della FED. Dalla banca centrale USA infatti un giorno giunge un cenno e quello dopo ne giunge uno di segno inverso. Un paio di settimane fa, ad esempio, la Yellen aveva aperto all’ipotesi di rialzo dei tassi. I dati macro l’hanno smentita. Ma poi venerdì scorso, uno dei capi della FED ha di nuovo alimentato l’idea di un rialzo dei tassi a breve termine. Forse anche nel prossimo meeting di fine settembre.

Intanto le borse calano, come successo a Wall Street. E non solo il mercato azionario, ma anche quello delle commodities. Il Dow Jones ha lasciato venerdì scorso sul terreno una cifra che non si vedeva dall’immediato dopo-Brexit. Questo ha spinto molti analisti a chiedersi se la scivolata sia solo una correzione fisiologica, oppure l’avvio di una fase bearish.

Gira e rigira, tutto sembra ruotare attorno alla FED. Anche le mosse inesistenti della BCE, sembrano essere orientate ad un attendismo nei confronti di quel che farà l’istituto americano. Li ritoccherà o meno questi tassi? L’epoca del “denaro facile” è giunta o meno al capolinea? La sensazione è che fino al prossimo meeting di settembre ogni cosa che verrà detta, sarà solo un rumors e nulla di più, perché il giorno dopo potrebbe essere smentita.

Gli investitori, anche per questo, sembrano più orientati a dare credito ai dati macro che non alle dichiarazioni. Ma intanto lo scivolamento viene visto sempre di più come una possibilità concreta alla quale bisognerà abituarsi. Almeno fino al prossimo appuntamento della FED.