Menopausa: sintomi e disturbi più frequenti

La menopausa, fase della vita che tutte noi donne ci troviamo ad affrontare più o meno intorno ai 50 anni di età, non è altro che l’evento fisiologico corrispondente al termine del ciclo mestruale e dell’età fertile. Con l’arrivo della menopausa termina l’attività ovarica e le ovaie non producono più follicoli ed estrogeni in grado di determinare il rilascio dell’ovulo e la sua maturazione. Oltre che dalla fine del ciclo mestruale, la menopausa è accompagnata da una serie di sintomi e disturbi, prevalentemente dovuti ai cambiamenti ormonali, che influiscono non poco sull’accettazione di questo naturale cambiamento femminile. Conosciamo più in dettaglio i fastidi principali.

Sintomi e disturbi della menopausa

  • Vampate e sudorazione notturna: Le vampate o “caldane”, consistono in un’improvvisa quanto imprevedibile sensazione di calore nella zona del viso, collo, e petto, della durata massima di pochi minuti, accompagnata da sudorazione, e a volte da palpitazioni e mal di testa. Possono ripetersi più volte, nell’arco di una giornata, anche durante la notte, causando anche problemi di insonnia. Esse sono causate da un’alterazione ormonale della capacità termoregolativa del corpo.
  • Secchezza e bruciore vaginale: Circa il 40% delle donne in menopausa, lamentano sintomi quali secchezza vaginale, bruciore nelle zone intime, dolore durante i rapporti (dispareunia) e perdite di sangue. Esattamente come per le vampate di calore, questi disturbi sono associati alla carenza di estrogeni, più che all’invecchiamento del corpo e alla diminuzione dei rapporti sessuali tipica della menopausa.
    Durante il periodo di fertilità, infatti, sono gli estrogeni prodotti dalle ovaie a svolgere un’azione di “nutrimento” sulla cute e sulle mucose a livello dell’apparato genitale ed urinario; con l’arrivo della menopausa, la secrezione di questi ultimi cessa e le ovaie vanno incontro ad un processo di progressiva atrofia in grado di rendere questi tessuti più fragili ed estremamente sensibili a vari tipi di infezioni e problematiche.
  • Caduta e assottigliamento dei capelli: Sempre a causa della caduta estrogenica, durante la menopausa i capelli vanno incontro a modificazioni di tipo qualitativo e quantitativo. I capelli infatti in questo periodo diventano più sottili e più fragili, cadono e subiscono una depigmentazione che li porta a divenire progressivamente sempre più bianchi.
  • Ritenzione idrica e aumento del peso: Tra i sintomi che più spaventano le donne in menopausa, vi sono quelli che vanno maggiormente ad influenzare il loro aspetto fisico: l’aumento del peso, causato dal rallentamento del metabolismo corporeo, e l’aumento della ritenzione idrica, dovuto alla diminuzione degli estrogeni. Il calo estrogenico, assieme all’avanzare dell’ età, determina inoltre una diminuzione del tono muscolare addominale; questa, assieme ad una diversa distribuzione del tessuto adiposo che tende ad accumularsi maggiormente a livello di pancia, fianchi e glutei, crea il cosiddetto effetto “pancia gonfia”.
  • Meteorismo: Il meteorismo è determinato da un eccesso di gas accumulati nell’apparato digerente, in grado di causare distensione delle anse intestinali e gonfiore dell’addome, a cui può accompagnarsi anche dolore e fastidio. Anche in questo caso, le fluttuazioni ormonali sono responsabili dell’influenza sui processi digestivi, complice un’alimentazione che spesso, andando avanti con l’età, diviene sempre meno sana.

Combattere i più comuni sintomi e  disturbi della menopausa è oggi possibile grazie ad uno stile di vita sano, ad una buon alimentazione, e alla miriade di soluzioni che troviamo in farmacia. Tra queste sono assai consigliati gli integratori alimentari a base di principi vegetali in grado di agire naturalmente e senza effetti collaterali sui fastidi più frequenti in questa fase di vita.