mcTER 2016, un successo da record


Milano, 25 luglio 2016 – Affluenza da record alla giornata mcTER, mostra convegno dedicata al mondo della cogenerazione e dell’energia, organizzata da EIOM e svoltasi lo scorso 30 giugno a Milano.

Il crescente successo di questa manifestazione, diventata ormai un appuntamento fisso nell’agenda di tutti gli operatori e le aziende impegnati nei campi della cogenerazione, biomasse, biogas, energia ed efficienza energetica, è testimoniato dai numeri: oltre 1.300 gli operatori che hanno partecipato attivamente alla giornata, oltre 120 gli espositori (ricordiamo i Platinum sponsor 2G, AB Energy, Bosch, E.ON, Ener-g, Intergen, Tonissi Power) che hanno avuto la possibilità di presentare le ultime novità e tecnologie in materia di cogenerazione ed energia; ben 6 le sessioni plenarie; oltre 20 i workshop di approfondimento organizzati dalle aziende partecipanti. Più di 50, infine, i relatori che hanno preso parte ai momenti formativi.

Un format consolidato, quello dell’edizione 2016 di mcTER, ma allo stesso tempo sempre più ricco e interessante, tanto da garantirne anche quest’anno l’ampio successo sia in termini di affluenza sia di soddisfazione da parte di visitatori ed espositori. Grazie a questo appuntamento, infatti, gli operatori hanno la possibilità di aggiornarsi, confrontarsi e sviluppare nuove opportunità di business.

Proprio per favorire l’incontro e la nascita di nuovi contatti tra i principali attori e influencer del vasto universo della cogenerazione e dell’energia, la giornata mcTER si declina sui vari aspetti della cogenerazione, partendo dalla cogenerazione da metano, esaminando le soluzioni e tecnologie relative agli impianti a biomassa solida, fino a coinvolgere la filiera del biogas e del biometano.

Più che positivi i commenti dei partecipanti. Secondo Sergio Stagni (Tonissi Power) mcTER è “un punto di riferimento per concorrenti, collaboratori, fornitori: una sorpresa piacevole che si rinnova di anno in anno”. Marco Golinelli (Wärtsilä) afferma come ci sia “molta più partecipazione delle edizioni precedenti, contiamo che la nostra presenza porti a risultati positivi”. Anche per Marco Brunatto (E.ON Connecting Energies) “l’evento ha attirato moltissima gente, sia fornitori sia energy manager e progettisti, e siamo molto soddisfatti della qualità dell’affluenza”. Nicola Miola (Ener-G) afferma come “mcTER sia un occasione di ritrovo e di incontro con i nostri clienti e partner, si conferma il successo di questo appuntamento che si ripete ogni anno”. Per Stefano Bevilacqua (Bosch Energy And Building Solutions) sono “molto interessanti e utili i contatti che abbiamo sviluppato”, mentre per Christian Manca (2G Italia) “all’evento si trovano tutti gli attori del mercato per cui è un bell’appuntamento, molto positivo per noi”. E anche per Andrea Magioncalda (AB Energy) mcTER “è un grande punto di incontro per i progettisti, per l’industria e anche per i produttori. Per noi rappresenta uno degli eventi principali per quanto riguarda il settore cogenerativo, grazie a una buona organizzazione e a una grande affluenza di pubblico”.

Proprio una grande affluenza di pubblico ha caratterizzato tutte le sessioni plenarie, a cominciare dal convegno “L’efficacia della Cogenerazione”, organizzato in collaborazione con ATI (Associazione Termotecnica Italiana): ad aprire i lavori il chairman Luigi Bressan (ATI), che ha introdotto l’intervento di Roberto Nidasio (CTI) sul tema dell’evoluzione della normativa tecnica sul calcolo delle prestazioni energetiche della cogenerazione. A seguire, Carlo Belvedere (Cogena), si è concentrato sul risparmio energetico incentrando il proprio intervento sulla cogenerazione ad alto rendimento per l’economia circolare. Gli aspetti economico-finanziari della cogenerazione sono stati ripresi e analizzati da Federico Pontoni (IEFE), mentre Davide Vacher (Mansutti) ha toccato il tema della riduzione del rischio negli impianti di cogenerazione, visto dal punto di vista delle compagnie assicuratrici. Andrea Tomaselli (E.ON) ha invece incentrato il suo intervento sulle motivazioni che potrebbero orientare a scegliere una ESCo per la cogenerazione.

Tra i casi applicativi portati all’attenzione dell’interessata platea segnaliamo senz’altro gli interventi di
Ener-G e AB Energy, che hanno presentato soluzioni applicative all’avanguardia: il primo riguardante una soluzione di quadrigenerazione (acqua calda, vapore, energia frigorifera ed elettricità) per l’industria del food & beverage, con l’esperienza sviluppata in Coca-Cola; il secondo con un significativo caso internazionale di cogenerazione per greenhouse, a dimostrare l’elevata efficienza e versatilità (ad esempio i gas di scarico del motore producono anidride carbonica come sottoprodotto della combustione) a favorire la crescita delle piante.

Le applicazioni concrete dell’innovazione tecnologica nel campo della cogenerazione sono state anche protagoniste dell’intervento di Tonissi Power, incentrato sugli interventi di efficientamento energetico operati per l’industria della plastica, con il caso Soprema Group.

2G Italia si è invece concentrata sull’importanza della ricerca nel campo della cogenerazione a gas naturale, per un aumento del rendimento e una forte riduzione del consumo di olio combustibile; la mattinata si è quindi conclusa con gli interventi di IML Impianti e di Bosch Energy and Building Solutions, con la prima a trattare il tema della efficienza della cogenerazione (sono stati presentati casi applicativi sull’industria alimentare, chimica, data center, metalmeccanica, tessile, mineraria, ceramica, cartiere ecc.), e la seconda a presentare (in un intervento molto seguito) il caso della riqualificazione dell’area Continassa, presso lo Juventus Stadium di Torino, operazione tra l’altro resa possibile grazie a un progetto integrato di efficienza energetica.

La giornata mcTER risulta anche riferimento per le biomasse solide: il punto sulla situazione e sul mercato è stato fatto nel convegno “La centrale termica a biomassa: normativa, prospettive, attori, tecnologie”, organizzato in collaborazione con il CTI (Comitato Termotecnico Italiano).

Gli interventi del convegno hanno spaziato tra la normativa, come quello di Antonio Panvini (Direttore Generale CTI) e le possibili criticità, come nel caso di Marilena Massarini (Fiper), che ha analizzato con lucidità e chiarezza il problema dell’approvvigionamento. Il tema delle barriere e delle opportunità legate al mercato delle caldaie a biomassa è stato al centro dell’intervento di Laura Baù (AIEL), mentre Domenico Prisinzano (Enea) si è invece concentrato sulla necessità di garantire un attento controllo e un’ottima manutenzione di tutti gli impianti a biomassa. L’etichettatura energetica e l’integrazione tra sistemi sono stati al centro dell’intervento di Davide Castagna (Ceced Italia), mentre la sessione congressuale mattutina si è poi conclusa con gli interventi di Turboden sulle prospettive future per la cogenerazione alimentata a biomassa solida, e Progeco sull’efficacia dell’utilizzo di microturbine a vapore e ORC per l’efficienza energetica e la cogenerazione a biomasse.

A mcTER si è parlato anche di biogas e soprattutto di biometano, durante il convegno “Biogas e Biometano – Le nuove opportunità per il mercato”.

Tutti interessanti e molto seguiti gli interventi: Lorenzo Maggioni (Responsabile Ricerca e Sviluppo del CIB) è intervenuto a 360 gradi sulla filiera del biogas e sugli ultimi aggiornamenti normativi in materia (anche recentissimi: il decreto sulle rinnovabili non fotovoltaiche è stato firmato proprio alcuni giorni prima dell’evento). Alessandro Fontana (Italcogen) ha poi illustrato il contributo offerto dall’associazione al mondo del biogas. Uno degli obiettivi del convegno, come detto, è stato poi quello di favorire il dibattito e il confronto circa il futuro del biometano in Italia, tra aspettative, criticità e opportunità di sviluppo. Tra gli argomenti sviluppati l’upgrade da biogas a biometano (con l’esperienza della Cooperativa agricola Assegnatari Associati Arborea) ma anche gli aspetti problematici, come l’utilizzo di sottoprodotti durante il processo di produzione del biometano. Un punto fermo emerso durante la giornata ha riguardato l’enorme potenziale che offre il settore del biometano, tra cui la possibilità di essere utilizzato anche come energia per l’autotrazione: Paolo Vettori (Presidente Assogasmetano) si è soffermato proprio su questo, mentre Cristiano Fiameni (Direttore Tecnico CIG) ha spaziato su norme e aggiornamenti normativi.

Il convegno si è quindi concluso con i casi applicativi a cura di BTS Biogas, CPL Concordia, e GM Green Methane.

Molto seguiti anche il seminario a cura di Liquigas e dedicato al GNL (“La sostenibilità del GNL negli utilizzi industriali e domestici”), come anche gli approfondimenti su pompe di calore e contabilizzazione di calore, un tema molto interessante anche in relazione agli obblighi per gli impianti di teleriscaldamento.

Dopo il grande successo del 30 giugno, mcTER torna il prossimo 19 ottobre a Verona, in un’edizione autunnale dal programma che si preannuncia particolarmente ricco, sempre incentrato sulle Applicazioni di Cogenerazione.

La manifestazione scaligera si svolgerà inoltre in concomitanza ad altri eventi verticali di spicco: Home and Building (Mostra Convegno dedicata a Domotica, Smart Home e Building Automation), SAVE (Automazione, Strumentazione, Sensoristica), e MCM (Manutenzione e asset management), con l’obiettivo di offrire ad aziende e operatori partecipanti la possibilità, in due sole giornate, di entrare in contatto con i principali esperti e player dei diversi settori protagonisti, favorendo così la condivisione di strategie e lo sviluppo di nuovi modelli di business.

mcTER è un evento progettato da EIOM

Per info: www.mcter.com/cogenerazione_milano – Tel. 02 55181842 – eiom@eiomfiere.it