L’importanza della mammografia a Parma quale metodo di prevenzione

Il tumore alla mammella è una malattia relativamente diffusa tra le donne, soprattutto con l’aumentare dell’età: per questo i medici consigliano alle pazienti di iniziare a sottoporsi a esami di screening a partire dai 35/40 anni, effettuando controlli periodici ogni anno/anno e mezzo in base agli specifici fattori di rischio della singola persona, come ad esempio la familiarità.

Se da una parte questa forma di cancro può essere piuttosto aggressiva, dall’altra bisogna ricordare che, prima lo si scopre, e più aumentano le probabilità di avere successo con le cure.

Un esame mammografico

La mammografia è l’esame salvavita contro il carcinoma alla mammella ed è una tecnica di diagnostica per immagini assolutamente indolore e non invasiva per la paziente. Al tempo stesso, è anche molto precisa e accurata, e permette di individuare formazioni sospette quando sono ancora di dimensioni molto piccole, non rilevabili tramite la palpazione.

Tra le poche raccomandazioni da osservare prima di sottoporsi all’esame si ricorda che, per quanto riguarda le donne in età fertile, è preferibile farlo nel corso della prima metà del ciclo mestruale; non ci sono invece tempistiche particolari per le donne in menopausa.

Le donne di ogni età che desiderano affidarsi a specialisti di grande esperienza per l’esecuzione di questi esami e l’interpretazione delle immagini rilevate hanno a loro disposizione lo Studio Associato di Radiologia Dott. Pasta, che esegue esami accurati di mammografia a Parma presso la sua sede situata in Borgo della Posta 12.

Se desideri saperne di più, contatta il numero di telefono 0521 231894 oppure consulta il sito web dello Studio Associato di Radiologia Dott. Pasta (radiologiapasta.it).

Lascia un commento