Made in Italy agroalimentare: record storico di esportazioni in tutto il mondo


La grande quantità di prodotti alimentari italiani contraffatti nel mondo permette di affermare che, tanto quanto nella moda, anche nel settore agroalimentare l’Italia detiene il primato per quanto riguarda la qualità e la bontà di cibi, dei vini, dell’olio. Lo conferma anche una recente analisi di Coldiretti, che parla di record storico delle esportazioni nel 2015: +7%, ovvero 36 miliardi di euro, con aumenti dell’11% nel settore ortofrutticolo, +10% dell’olio d’oliva, +9% per la pasta e +6% per il vino.

E se è facile pensare di affermarsi per la qualità del cibo in Paesi come Cina, Giappone e America, esportare in Francia un prodotto come il formaggio è una sfida difficile, ma che nel 2015 abbiamo vinto. Il protagonista assoluto che ha messo in ombra prodotti caseari francesi conosciuti in tutto il mondo è il pecorino, che ha visto una crescita notevole in Francia, per l’appunto, del +16%. Il principale mercato di sbocco per il formaggio pecorino rimane comunque l’America (+28%), mentre un vero e proprio boom c’è stato in Cina con +500% del consumo, seppur in quantità ridotte.

pecorino foto presa da sardegnaoggi

Quello dell’agroalimentare è un settore di eccellenza che non solo ci viene riconosciuto in tutto il mondo, ma che è arrivato addirittura a New York sugli schermi di Times Square, grazie alla campagna di promozione da parte del governo per quanto riguarda il wine&food nazionale, proprio perchè il mercato USA importa prodotti per oltre 3 miliardi di euro l’anno e i margini di crescita sono ampi. Non solo New York, però, perché nelle fiere dedicate al food di Texas, California, Illinois e Chicago grande successo l’hanno avuto tutti i prodotti del marchio unico The Extraordinary Italian Taste, presentato durante l’Expo di Milano, che difende i nostri prodotti dalle contraffazioni e dal cosiddetto Italian sounding. Siamo sull’ottima strada, anche se c’è ancora molto da fare: i falsi, purtroppo, ci fanno perdere circa 60 miliardi di euro.

Articolo scritto in collaborazione con BPERestero, portale che aiuta le aziende in tutte le fasi di internazionalizzazione, grazie alle conoscenze specifiche degli esperti BPER.