Ma cosa c’entrano i Tuatha De Danaan con le carte da gioco?


Tutti conoscono le carte da gioco, mi riferisco sia ai classici semi italiani (con coppe, assi, bastoni e denari) che ai classici semi francesi (con cuori, quadri, fiori e picche). Di questi mazzi, quelli con i semi italiani, costituiscono inoltre gli Arcani Minori dei tarocchi, ovvero una parte del mazzo di tarocchi usato a scopo divinatorio. Ma cosa c’entra tutto questo con i Tuatha De Danaan?

Per chi non lo sapesse, i Tuatha De Danaan furono uno dei sei popoli irlandesi che colonizzarono l’Irlanda, ancora prima dei Gallesi. Tuatha De Danaan significa (Tribù della Dea Danu) e molte sono le leggende che gli riguardano. Conosciuti anche come il “piccolo popolo” (quello dei folletti) e giunti da un mondo ultraterreno, si dice che portarono con sé dei doni:

  • La spada di Núada, che non mancava mai la sua vittima.
  • La lancia di Lúg, che non falliva mai il bersaglio.
  • Il calderone di Dagda, che offriva cibo in continuazione senza svuotarsi mai.
  • La Lia Fáil, la Pietra del Destino, che emetteva un grido se veniva calpestata da un legittimo Re dell’Irlanda.

Questi 4 oggetti compaiono modificati nelle mitologie successive, quelle che riguardano il Graal. Compaiono allora: una spada, una coppa, un piatto ed una lancia, tutti con significati diversi. Un’ulteriore trasformazione li vede diventare i 4 semi italiani già menzionati (coppe, assi, bastoni e denari), ovvero nelle classiche carte napoletane.

Successivamente, le spade sono diventate le lance peltate (picche), le coppe i cuori (vaso contenente sangue, ricettacolo di vita), i piatti o denari sono diventati i quadri (“diamonds” in inglese) ed i bastoni i fiori (ovvero l’albero fiorito di Jesse). Ecco che abbiamo il mazzo francese.

Nonostante tutto questo, i tarocchi vengono usati tranquillamente come scopo divinatorio e in Italia è possibile ottenere dei consulti di cartomanzia affidabili e veritieri, perché, non dimentichiamolo, dietro a ogni simbolo si nasconde sempre un altro significato, letto a più livelli.