Il lusso in Umbria – Non solo un concetto consumistico ma un fattore di tempo, spazio e valore


ESG89 Group —> home.esg89group.it

In tempi di crisi in cui l’inflazione non mostra cenni di crescita e i consumi cominciano solo ora timidamente a ripartire, il settore del lusso, in tutte le sue forme, si muove seguendo percorsi tutti suoi, che poco hanno a che vedere con la situazione più vasta del mercato dei beni di consumo. Nonostante quasi 10 anni di crisi, il mercato del lusso, a livello globale, non ha mai smesso di crescere, sebbene con ritmi altalenanti, e la domanda di beni di lusso ha continuato a progredire, soprattutto per quanto riguarda il mercato dei player asiatici, che hanno avuto decisamente un ruolo predominante.

Ma il dato più interessante è stato il cambiamento che in questi 10 anni è avvenuto per quanto riguarda il concetto stesso del lusso. Al di là dei brand e dei luxury lifestyle canonici, pensare al lusso ha assunto un nuovo significato, che esula dal semplice possesso dell’oggetto firmato (e dallo status che quell’oggetto rappresenta), e acquisisce una connotazione tutta nuova nel segno dell’esperienza.
Il lusso dunque è passato dall’essere materiale all’essere esperienziale, dalla sostanza al vissuto personale. E in questo nuovo modo di intendere il lusso, ancora una volta l’Italia la fa da padrona, e l’Umbria è un esempio calzante di questo nuovo sentimento.

Già nel 2014, il Centro Studi Economico Finanziario ESG89 aveva messo in luce, nonostante la crisi, il successodel lusso Made in Umbria, soprattutto sui mercati esteri, e lo stesso Giovanni GiorgettiCEO di ESG89, aveva affermato che “Il comparto, salvo qualche eccezione, sta dimostrando vitalitàinnovazionecreatività e buone prospettive. L’export è la via maestra per migliorare i numeri di bilancio. Il made in Italy è da sempre sinonimo del lusso e il Made in Umbria ne è un esempio concreto”.
Oggi, il mercato del lusso vede l’Umbria nuovamente protagonista e il concetto di “esperienza” del lusso si accorda perfettamente a questo territorio e alle sue peculiarità. In una regione ricca di tradizioni e saperi che nascono dal passato e dalla maestria che contraddistingue il concetto più ampio di Made in Italy, il lusso è un valore che trae dal tempo e dallo spazio del pensare, del creare e del vivere la sua forza e la sua peculiarità. Un esempio di questa trasformazione del lusso e del modo in cui esso viene vissuto e apprezzato è la nomina ad “hotel dell’anno” al Palazzo Seneca di Norcia, eletto il 17 agosto 2017 a Las Vegas migliore hotel di lusso del mondo dal network principale del turismo di lusso Virtuoso Travel non solo per la qualità dei servizi ma soprattutto per la passione e lo spirito senza tempo che i proprietari riescono ad infondere in questa struttura e nei loro clienti.

La potenza dell’Umbria sta in questo, non solo nella capacità di unire tradizione e innovazione per creare il lusso in tutte le sue forme e renderlo un elemento distintivo a livello globale, ma nel suo essere un territorio di lusso, la cui esperienza eccezionale ed esclusiva è essa stessa un lusso nel tempo, nello spazio e nel valore che rimane in chi la vive.

ConoscereComunicareCrescere#Esg89Group