Luigi Ferraris: Terna chiude il primo semestre 2018 in crescita

Terna: nel primo semestre 2018 l’utile netto cresce del 2,5%. La soddisfazione dell’AD Luigi Ferraris: “Proseguiamo con decisione nel percorso tracciato dal Piano Strategico 2018-2022”


Luigi Ferraris
Luigi Ferraris

Luigi Ferraris: Terna chiude il semestre in crescita

“I principali indicatori economico-finanziari del semestre confermano la solidità delle azioni manageriali intraprese”: l’AD Luigi Ferraris non nasconde la soddisfazione nel presentare i risultati della semestrale nella conference call con gli analisti. Al 30 giugno, Terna consegue ricavi per 1.080,3 milioni di euro, in aumento del 3,3% rispetto al corrispondente periodo del 2017. Sulla performance ha inciso l’incremento dei ricavi tariffari del Regolato e il contributo del Non Regolato, in particolare per la crescita delle vendite del Gruppo Tamini e per l’avanzamento delle attività sull’Interconnector privato Italia-Francia. Cresce anche l’Ebitda del 2,5%, ora intorno a 814,9 milioni di euro, e anche l’Ebit (+2,5%). L’utile netto ottenuto da Terna nel semestre è di 360,2 milioni di euro, in crescita di 8,9 milioni di euro rispetto ai 351,3 del primo semestre del 2017 (+2,5%). Sul fronte degli investimenti, nei primi sei mesi del 2018 sono stati pari a 337,9 milioni di euro, in crescita del 3,7% sul primo semestre 2017. In linea con il Piano Strategico 2018-2022, stanno procedendo i lavori per le interconnessioni elettriche Italia-Montenegro e Italia-Francia, oltre a quelli finalizzati alla realizzazione del collegamento sottomarino in Laguna Veneta. Come ha ribadito Luigi Ferraris, questi risultati “ci consentono di proseguire con decisione nel percorso tracciato dal Piano”.

 

Semestrale Terna: l’AD Luigi Ferraris sui progetti futuri del gruppo

“Abbiamo chiuso il primo semestre con solidi risultati, con un aumento di 20 milioni dell’ebitda, ed è ragionevole pensare che un incremento potrà essere considerato anche per il secondo semestre”: rispondendo agli analisti nella conference call organizzata per presentare i risultati, Luigi Ferraris ha sottolineato come l’attuazione del Piano Strategico 2018-2022 stia procedendo nei tempi previsti. L’AD si è detto quindi sicuro che “le iniziative poste in essere anche per i prossimi mesi contribuiranno a creare valore per tutti i nostri stakeholder”. Luigi Ferraris è pronto a traghettare il gruppo nel perseguire i prossimi obiettivi, puntando ulteriormente su attività di investimento per lo sviluppo della rete di trasmissione nazionale, anche nell’ottica di favorire l’integrazione delle fonti rinnovabili e migliorare la sicurezza del sistema. Troverà sempre più spazio la sostenibilità nelle strategie di Terna, con investimenti in tecnologie di digitalizzazione della rete, soluzioni digitali e innovazione orientati a migliorare la gestione sempre più complessa del sistema.