L’ufficio e le norme di sicurezza


L’attuale normativa prevede che in ogni ufficio debbano essere adottate delle norme di sicurezza per tutelare la salute dei dipendenti.
Tali precetti includono l’uso di un pronto soccorso da ufficio che prevede l’installazione di almeno un armadietto o una casetta di pronto soccorso.
Le regole si attuano dopo aver frequentato un corso obbligatorio a cui può partecipare lo stesso dirigente o almeno due dei suoi dipendenti.
La partecipazione al corso implica che in caso di emergenza, si metta in moto un meccanismo atto a soccorrere la persona che si è ferita accidentalmente o che abbia accusato un malore prima di far eventualmente intervenire il personale medico ospedaliero.
La legge classifica le aziende nella tipologia A,B o C e ognuna di esse comprende un determinato tipo di lavoratori.
Nella categoria A rientra il personale degli uffici delle centrali termoelettriche, degli addetti alle estrazioni nelle miniere, degli addetti alle fabbriche di esplosivi e quant’altro.
Nel gruppo B e C rientrano le aziende con più di 3 lavoratori e che non facciano parte di quelli menzionati nel gruppo A.
Anche un semplice ufficio con due lavoratori a conduzione familiare, è tenuto ad avere una cassetta di pronto soccorso da ufficio per qualsiasi eventualità.

Il contenuto della cassetta di pronto soccorso

E’ chiaro che maggiore è il numero dei dipendenti di un contesto lavorativo e maggiore dovrà essere il contenuto della cassetta da pronto soccorso.
Gli elementi inoltre, variano anche a seconda del lavoro svolto che può essere più o meno pericoloso.
Gli elementi di base sono comunque quasi sempre i medesimi e comprendono degli oggetti che servono durante il primo pronto soccorso da ufficio in attesa che arrivi del personale medico specializzato, nel caso il malcapitato non si riprenda o sia sia ferito in maniera non gestibile dai colleghi.
Le cose che non possono mai mancare nella cassetta del pronto soccorso sono: guanti sterili, garze, cerotti, soluzioni disinfettanti, cotone idrofilo, lacci emostatici, garze sterili, medicinali da banco per piccoli malesseri passeggeri e un apparecchio per la misurazione della pressione sanguigna, meglio se da polso digitale che è più facile da usare.

Chi si occupa del rifornimento

Le cassette di pronto soccorso da ufficio devono essere sempre fornite di tutto l’occorrente idoneo per ogni circostanza e qualora si usi qualche elemento, questo deve essere immediatamente sostituito con uno nuovo.
Un responsabile preposto a questo compito si occuperà di provvedere all’acquisto di nuovi prodotti in modo che la cassetta sia sempre efficiente e pronta per l’uso.
Le compere dei prodotti possono essere effettuate sul web negli e-commerce che si occupano della vendita di presidi medici per l’ufficio e nel caso si voglia acquistare tutto l’occorrente per una cassetta di pronto soccorso da ufficio, sono reperibili dei comodi kit composti da tutti i prodotti che occorrono affinché le cassette siano dotate di ogni elemento necessario.